BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

EURO 2008/ Spagna-Russia finisce 3-0, le furie rosse agguantano la finale. Le pagelle di Gianni Foresti

Una Russia irriconoscibile viene travolta da una Spagna che nel secondo tempo si impone con una netto 3 a 0 che non lascia spazio a dubbi. Si compone così la finale degli europei 2008: la Germania affronterà la Spagna di Aragones

Russia-Spagna 0-3. Si sono incontrate all’inizio degli Europei e gli spagnoli sono stati dei matador, 4-1, con tre gol di David Villa. I russi nel proseguo sono cresciuti e lo si è visto contro gli Olandesi (3-1), mentre la Spagna si è spenta.
Ma i toreri si sono risvegliati dal torpore.
Nel primo tempo le squadre si sono studiate senza affondare a parte un acuto di Villa (bel tiro parato a terra dal portiere russo), e una conclusione a girare di Pavlyuchenco deviata con la punta dei guantoni da Casillas.
Al 5' del s.t. lampo di Iniesta, difesa russa imballata, inserimento di Xavi che insacca. La Russia si blocca e Silva, Iniesta e Fabregas iniziano a costruire con palla a terra triangolando ed ubriacando il centrocampo e la difesa russa e con due azioni in velocità prima Guiza (73') e poi Silva (82'), portano la Spagna sul 3-0.

Russia. Irriconoscibile, aveva entusiasmato soprattutto con l'Olanda, ma qui è naufragata. I suoi gioielli non sono mai entrati partita, la difesa ed il centrocampo nel secondo tempo sono rimasti negli spogliatoi. Solo tre tiri in tutta la partita. Voto 5

Spagna.
  Irriconoscibile, rispetto alla partita con l'Italia, ha giocato come meglio sa, con ripartenze e triangolazioni di prima intenzione. Voto 7

Aragones. Il 70enne allenatore non era contento di vestire in giallo ma le ha azzeccate tutte, dal cambio di Torres, all'inserimento di Fabregas, alla spinta sulla fascia di Ramos, agli scambi a memoria dei suoi centrocampisti. Voto 7,5

Iniesta, Silva, Fabregas. Nel secondo tempo hanno fatto svoltare la Spagna, si sono trovati e scambiati palloni ad occhi chiusi, lanciando le punte e segnando. Palleggi alla brasiliana. Voto 7 ai primi due, a Fabregas  assist-man miglior centrocampista dell'Europeo, voto 8,

Torres. Il gemello di Vanessa Incontrada, assomigliava nei movimenti a Toni, ma il c.t. spagnolo al contrario del nostro Donadoni ha avuto il coraggio di sostituirlo per la seconda volta di fila. Voto 5

Hiddink. Ha eliminato i propri connazionali, ha portato la squadra in una storica semifinale e lo vedremo ai mondiali del 2010 sicuramente con una Russia agguerrita e preparata. Voto 6,5

Arshavin e Pavlyuchenco. Ci avevano impressionato nelle altre partite, potevano essere le stelle della competizione, ma qui hanno sonoramente dormito. Due nanetti, Pisoli. Voto 4,5

Salvatore Bagni. In telecronaca ha parlato di quasi i tutti i giocatori dicendo che li conosce, li ha visti giocare in questi anni. Lui vede svariate partite di svariati campionati tutti i giorni dell'anno. So che è vero, non dice balle, avanzo allora una proposta: al posto di fare il commentatore Rai potrebbe fare l'osservatore per la nazionale di Lippi. Voto 5

Massimo De Luca. Il direttore di Rai Sport ha spiegato le interruzioni video di Germania-Turchia. Non è colpa della Rai, ma dei fulmini e dell'Uefa. Ma è stata l'occasione per togliersi qualche sassolino dagli scarpini europei per come la stampa italiano ha trattato i suoi inviati in questo periodo. Che abbia lui invocato Giove Pluvio ? Voto 5

Lippi. Dopo aver vinto un mondiale ha avuto del fegato a riproporsi. Minimo dovrà  ottenere gli stessi risultati. Auguri. Coraggioso. Voto 7

© Riproduzione Riservata.