BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Le mosse brasiliane del Milan: via Ronnie, arriva Dinho. E spunta il nome di un portiere...

Intreccio brasiliano incasa Milan, Ronaldo finirà la sua esperienza rossonera, mentre per Ronaldinho c'è la possibilità di cominciare una nuova avventura. Ma la sorpresa è il portiere brasiliano Felipe

Tra due giorni, il 30 giugno per il Milan "scade" un sogno. Il 30 giugno è la data di scadenza del contratto di Ronaldo, al secolo Ronaldo Luis Nazario de Lima, e con ogni probabilità la società non cercherà il rinnovo con la punta verdeoro. E' un po' un sogno che finisce, quello di ripetere con Ronnie quanto fatto con Seedorf e Pirlo, strappati (senza fatica a onor del vero) ai cugini per farli diventare pilastri di una squadra in grado di vincere tutto, in Italia, in Europa, nel mondo.

Invece tra l'ex-Fenomeno ed il Milan quello che è stato un flirt sicuramente dalla forte passione, con tanto di fiori, cioccolatini e dichiarazioni firmate Berlusconi, pare essere un sogno destinato a finire in due soli giorni. A chi lo stuzzica sul futuro lo stesso Ronaldo risponde: "Il Milan non mi ha fatto promesse. Ogni tanto sento Leonardo, mi sarebbe piaciuto qualche contatto in più dalla squadra". La linea sarà uno scoglio duro per il suo futuro. Neanche il suo amico Briatore lo vuole al QPR, a patto che si metta a dieta: "Ronaldo? Se perde 12 o 13 chili ne possiamo ragionare". Non gli resta che aspettare offerte dall'Italia o dall'Inghilterra o dal Brasile.

Ma per un amore che finisce, un altro sembra pronto a sbocciare. Da Ronaldo a Ronaldinho, il "concetto" cambia poco. Anche qui si tratta di un giocatore splendido, ma un po' appannato, in crisi di identità e di motivazioni. Ma ai rossoneri le sfide piacciono. Come piace che il prezzo del cartellino sia in caduta libera e che il desiderio di una piazza amica nel giocatore si sia acceso anche nei confronti della nebbiosa (o canicolare, di questi tempi) Milano. La trattativa si può fare, proprio perchè se ne parla poco e in termini generici, proprio perchè la data in cui il sogno, stavolta blaugrana, di Dinho ha a sua volta una data di scadenza, cioè il 14 luglio, data entro cui il neo tecnico Guardiola proprio Dinho "non lo vuol vedere". E probabilmente data dalla quale Ancelotti lo vuol vedere a Milanello.

Ma le suggestioni brasiliane non finiscono qui. Stando a quanto riporta il sito tuttomercatoweb se Ernesto Bronzetti parla di "un portiere" senza sbilanciarsi ed Adriano Galliani ammicca al mercato brasiliano "con qualche giovane" per riempire il posto di extracomunitario disponibile gli indizi portano a un nome: Felipe Garcia Dos Prazeres, semplicemente Felipe, 20enne estremo difensore del Santos: 190 centimetri per 79 chilogrammi, Felipe (da non confondere con l'omonimo ed omologo del Corinthians) ha fatto parte della Seleçao brasiliana Under 17 Campione del Mondo nel 2005 e di quella Under 20, con Alexandre Pato, Campione di Sudamerica nel 2007 e può vantare nel suo palmares un campionato Paulista sub17, due maggiori, due Brasileiro ed una Coppa Sul-Americana oltre a 10 presenze nel club di Vila Belmiro. Il giovane portiere è in scadenza di contratto al 31 agosto con il club Santista e non ha intenzione di far valere il precontratto firmato con il club in cui è cresciuto, che avrebbe allungato il suo attuale accordo fino al 2011: sul giocatore c'è anche il Sao Paulo, che lo vede come ideale successore di Rogerio Ceni, ma il Milan sembra essersi mosso con largo anticipo sulla concorrenza e potrebbe mettere a segno un interessante colpo di prospettiva per un portiere che è, essendo anche nel giro della Nazionale Olimpica che volerà a Pechino, considerato uno dei prospetti più interessanti nel ruolo in Patria. Questa l'ipotesi dello staff di tuttomercatoweb che però lascia i tifosi milanisti con il fiato sospeso. Pare infatti che l'unico problema sia di tipo burocratico: il termine dell'attuale contratto proprio coincidente alla scadenza del mercato europeo potrebbe non permettere alla società rossonero di tesserare il giocatore a parametro zero. Ecco perchè emissari milanisti stanno già lavorando con il Santos per ottenere il giocatore già prima, pagando un leggero buyout dall'attuale contratto, cosa che garantirebbe ai Peixe che Felipe non si accordi con gli acerrimi rivali cittadini del Sao Paulo.

© Riproduzione Riservata.