BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Baptista al Real: vendetemi alla Roma.

Baptista esce allo scoperto e chiede al Real di essere ceduto. Destinazione Roma. L'operazione dovrebbe aggirarsi intorno ai 15 milioni, l'ingaggio del giocatore 3 milioni netti

La Bestia vuole la Roma. A confermarlo è l’edizione odierna del Corriere dello Sport. Julio Baptista, attaccante 27enne, non vuol proprio saperne di rimanere al Real Madrid. Troppa competizione, troppi campioni per un solo ruolo. Il rischio di restare fuori dall'undici titolare è alto e i Mondiali sudafricani sono un appuntamento troppo importante per rischiare di saltarli. Il risultato? Il brasiliano ha bussato alla porta della dirigenza spagnola e ha detto: «Vendetemi. Alla Roma andrebbe benissimo».
 
INGAGGIO ABBORDABILE - 
 Trigoria si smentisce tutto. Ufficialmente il club non è interessato al giocatore. Non perchè non piace, anzi. Il problema è legato all'ingaggio: il suo ingaggio dice tre milioni e mezzo di euro a stagione per altri due anni.

Troppi per il tetto salariale della Roma fermo a due e mezzo.
La realtà, però, è che la ci­fra dello stipendio del brasiliano deve intendersi lorda. Quindi offrendo un prolungamento di due-tre anni a due e mezzo più premi a obiettivo e rendimen­to, il brasiliano arriverebbe in giallorosso.

BAPTISTA VUOLE LA ROMA - Baptista a Roma verrebbe più che volentieri. E' amico di Doni e Cicinho e in Nazionale chiede continuamente notizie di Roma e della Roma ai suoi due compagni. Tra l'altro la Bestia ha congelato tutte le altre possibili destinazioni, il Vil­lareal in Spagna che gli garantireb­be un posto da titolare, Tottenham e Newcastle in Inghilterra.

PRESTITO - Il Real, tra l'altro, sarebbe disposto a ce­dere il brasiliano anche in prestito, magari oneroso, comunque presti­to. E questa è una soluzione che a Trigoria sarebbe graditissima perchè consentirebbe alla società di risparmiare soldi utili per l'acquisto del centravanti richiesto da Spalletti. I nomi sono i soliti: Mutu, Huntelaar o Iaquinta.

© Riproduzione Riservata.