BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPECIALE CALCIOMERCATO/ La Juventus insiste per Aquilani e Xabi Alonso. Stop per Stankovic, preso Knezevic

La Juventus cerca con ogni minuzia di non fallire gli obiettivi di mercato per la prossima stagione. Su Aquilani però si dovrà con ogni probabilità rassegnare. Vinto intanto il primo derby della stagione con il Toro per il difensore del livorno Knezevic. Cairo scatenato.      

La Juventus proprio non vuole rassegnarsi e continua nella sua corte spietata per conquistare Aquilani. E lo fa – ampiamente nei limiti del lecito, sia chiaro – senza esclusione di colpi. Blanc non più tardi di qualche giorno fa ha telefonato al padre del centrocampista giallorosso Claudio (che con Franco Zavaglia gli fa da manager) e a Rosella Sensi. Niente. Ma al cuor non si comanda e c’è da pensare che fino all’ultimo la dirigenza bianconera proverà a strappare il fatidico sì al giocatore. A nulla per ora sono valsi i contatti con la dirigenza romanista (la Sensi ha risposto no grazie alle richieste di un incontro da parte della juve), con lo staff tecnico (Secco e compagni hanno cercato di ingolosire Spalletti mettendo sul piatto oltre ai soldi anche Iaquinta, giocatore molto stimato dal tecnico) e appunto i contatti con il padre-procuratore.

E così, come capita a chi si “fissa” a voler conquistare proprio “quella ragazza li”, almeno si è strappata la promessa che ci si penserà e se le cose non andranno bene con la Roma, un appuntamento per parlare tra amici, almeno quello, è assicurato.

Tuttavia alla Juve non resta gran tempo, perchè se è vero che a causa della felice avventura europea della Spagna la trattativa per il passaggio di Xabi Alonso in bianconero si è potuta protrarre fino ad oggi, è anche vero che gli europei sono ormai alle spalle, che ora la Juve si trova a trattare un campione d’Europa (mica più uno qualunque che giocava poco nel Liverpool) e che per quanto le vacanze di Xabi Alonso possano essere meritate non saranno poi lunghissime e una decisione va presa.

Molti nello staff bianconero vedono Aquilani e Xabi Alonso in alternativa, o per caratteristiche o per questioni di bilancio e la juve non può rischiare di rimanere con un pugno di mosche in mano. Tanto più che pare che la dirigenza stia assecondando il parere dei tifosi sul caso Stankovic. Se a loro non va bene, allora non si prende.

Dejan Stankovic, infatti, è stato davvero vicino al passaggio in bianconero, ma la reazione dei tifosi e i dubbi di alcuni consiglieri d`amministrazione hanno convìnto Blanc a non perseverare. I tempi per una distensione bianco-nerazzurra evidentemente non sono ancora maturi.

Viste queste situazioni intricate, si lavora per alternative più o meno fantasiose: sarebbe stato ripetutamente proposto alla Vecchia Signora Miguel Veloso, talento dello Sporting Lisbona che potrebbe arrivare a prezzo scontato se si inserisse Tiago nella trattativa.

Pare però che agli uomini di Cobolli Gigli piaccia di più l`idea di Bastian Schweinsteiger, e a rendere intrigante la situazione c`è la consapevolezza che il giocatore del Bayern, con un solo anno di contratto prima di andare a scadenza, è sicuramente attaccabile.

Si sgonfia invece l’ipotesi di un altro neocampione d’Europa, Marcos Senna. Esagerato il costo (circa 12 milioni di euro) per un giocatore più che trentenne secondo lo staff bianconero.

Così, mentre tutti gli indizi sembrano ragionevolmente suggerire di convogliare le forze nella chiusura della trattativa con Xabi Alonso, arriva nella notte la notizia che la Juve ha fatto firmare a Dario Knezevic l’agognato contratto. A Spinelli (che strano!) 200 mila euro più di quanto pattuito: 700mila il costo dell’operazione per il prestito e 1,5 milioni per il riscatto. Stamattina le visite mediche. Cairo infuriato annuncia battaglia in lega. Sarà forse questo il motivo di maggior soddisfazione per i tifosi bianconeri?

© Riproduzione Riservata.