BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FIORENTINA/ Savicevic: "Jovetic è secondo solo a Pato"

Pubblicazione:giovedì 10 luglio 2008
«Stevan? Non ha paura di nulla. Fra i migliori talenti mondiali classe '89, prima di tutti viene Pato. E subito dopo lui». Parole e musica di Dejan Savicevic, accostato più volte a Jovetic, neoacquisto viola designato come erede del Genio: «Siamo un po' diversi - precisa Savicevic - ma di sicuro Jovetic può ambire a diventare uno dei più grandi in assoluto. Io ero tutto mancino mentre lui è più destro; io ero più trequartista e lui secondo me è più seconda punta, perché sa vedere molto bene la porta. Di me ha il talento, il cambio di direzione, il tiro. In campo combatte, si muove, ci sa fare, non ha paura di niente e ha potenzialità fisiche e tecniche eccezionali». 
 
Dichiarazioni che fanno il paio con quelle di Prandelli che dice: «è un talento da completare, mi ricorda il primo Totti». Il Pupone però giocava nella capitale, il montenegrino è sbarcato a Firenze: «Sono contento - continua l'ex rossonero - che Jovetic sia andato a Firenze: scelta giusta, perché avrà più possibilità di giocare, di essere se stesso. Fosse andato, per esempio, al Real Madrid, avrebbe avuto poco spazio. Lui ha bisogno di giocare, quantomeno con frequenza: solo così può dimostrare le proprie grandi qualità. A livello caratteriale? Ve ne accorgerete, è un ragazzo d'oro e lavora sodo. Il fatto di esser stato capitano a 19 anni del Partizan dice tutto: significa che se lo meritava e che ha addosso le potenzialità del trascinatore». Qualcuno, infine, lo accosta a Baggio. Ma il Genio ha una sua teoria: «Lo vedrete, è un pezzo unico, un originale»


© Riproduzione Riservata.