BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Milan, ok per Adebayor a 30 milioni. Galliani preoccupato per gli stipendi, ieri colloquio con Pirlo

L'Arsenal conferma interesse per l'offerta di 30 milioni fatta dal Milan se nella trattativa si inserisse anche la comproprietà di Gourcuff (ora in prestito al Bordoux). Galliani attende il via libera da Berlusconi ma è preoccupato per la polveriera stipendi

Trovano ancora conferme i rumor di un avvicinamento tra Milan e Arsenal per il passaggio in rossonero di Emmanuel Adebayor. Ottenuto il via libera da Silvio Berrlusconi, Adriano Galliani accetterà l'invito di Arsene Wenger a trascorrere il prossimo fine settimana in Costa Azzurra, ospite del manager dei Gunners. Pare infatti che il club londinese sia disposto ad accettare l'offerta di circa 30 milioni formulata dai rossoneri; sarebbe gradito soprattutto l'inserimento nella trattativa di Johann Gourcouff, un "pallino" proprio di Wenger. Il giocatore è stato ceduto in prestito al Bordeaux ma potrebbe raggiungere il suo "maestro" già a gennaio. Tuttavia, soprattutto se il costo del cartellino risultasse così elevato, si aprirebbe una grana non indifferente legata all’ingaggio dell’attaccante togolese. Stiamo parlando di cifre importanti anche per il Milan, soprattutto per un Milan fuori dalla Champions  e che rischia di rompere gli equilibri (economici) all’interno dello spogliatoio.

Nella giornata di ieri, infatti, si è svolto in via Turati un colloquio lungo (ma cordiale) tra il regista rossonero e della nazionale Andrea Pirlo, il suo procuratore, e l’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani. All’ordine del giorno il rinnovo, con relativo adeguamento, del contratto che lega il giocatore al Milan per i prossimi anni. Sembra che alla fine del confronto fossero tutti sereni, almeno tanto quanto lo erano prima di cominciare. Pirlo ha un contratto di tre anni e quet’estate come ormai ogni anno la schiera delle squadre che vorrebbero ingaggiarlo si infoltisce e lui (che ha un contratto da 5,5 milioni secondo solo a quello di Kakà) resiste alle tentazioni, ma forse sentendo parlare di certe cifre per aggiudicarsi giocatori come Adebayor, Droga o Ronaldinho che da ultimi arrivati percepirebbero stipendi fiabeschi ha voluto  “buttarla lì”. Galliani lo sa bene che un altro elemento da prendere con le pinze nelle trattative per la superstar che vuole portare a Milanello è l’ingaggio. Non stiamo certo parlando della Roma dei Totti, dei De Rossi e degli Aquilani con stipendi fuori mercato, modello di gestione in questo senso e dove i giocatori l'ingaggio hanno anche provato a ridurselo, ma anche al Milan ci sono certi equilibri. Che è bene non far saltare.

© Riproduzione Riservata.