BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Roma, Mutu ringrazia Totti, ma dice no. L’alternativa sono Baptista e Drenthe

Pubblicazione:martedì 15 luglio 2008

«Novantanove virgola nove per cento resto a Firenze». Adrian Mutu dice sì alla sua squadra viola, ringrazia Totti e la Roma, ma non lascia speranze. Prima all'aeroporto di Fiumicino, dove è sbarcato con moglie, figli e tata proveniente da Miami, dove ha trascorso le vacanze. Poi appena arrivato davanti a casa sua a Firenze. E’ qui che annuncia che prestissimo, comunque entro un paio di giorni, con ogni probabilità firmerà il prolungamento del contratto con la squadra viola. Oggi Mutu raggiungerà il ritiro viola a Castelrotto e sarà il giorno del chiarimento. L'ultimo. Basterà un sì alle proposte fatte da Andrea Della Valle. Moltissimo appare scritto. Un sì ineluttabile? Così sembrerebbe ascoltando le parole del giocatore, così come quelle pronunciate in questi giorni dal presidente viola, dallo stesso responsabile dell'area tecnica, dall'allenatore Cesare Prandelli e, anche, dal procuratore del giocatore, Alessandro Moggi. Ma dopo il sì pronunciato a Fiumicino e poi davanti alla sua casa di Firenze adesso conta, eccome conta, il suo sì davanti a Corvino.
La Roma comunque non molla ed attenderà fino all'ultimo prima di dirigersi sugli altri obiettivi. Ma anche in questo caso lo farà senza fretta. Per La Gazzetta dello Sport, il club giallorosso è al corrente che Julio Baptista, al momento in Algarve in pre-ritiro col Real, ha ricevuto un'offerta da parte del Galatasaray; ma sa anche che il giocatore non accetterà un trasferimento in Turchia e che vuole l'Italia e la Roma in particolare. E la società capitolina è pronta ad attendere la fine del mercato quando il Real forse non accetterà di cedere "La Bestia" in prestito oneroso ma potrebbe essere pronto a fare degli sconti. se la Roma dovesse prendere Mutu, si fermerebbe lì. Se dovesse prendere uno come Julio Baptista, poi cercherebbe di completare l’organico anche con un altro pezzo. Tipo Iaquinta oppure l'olandese Drenthe. Senza dimenticare Di Natale.
 



© Riproduzione Riservata.