BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Milan, non ci resta che Ronaldinho. Online una petizione per cacciare Berlusconi

I rossoneri sono costretti da vincoli di bilancio a puntare tutto su Ronaldinho. Intanto monta l'insoddisfazione dei tifosi che hanno messo onine una petizione per cacciare Berlusconi

Nonostante tra le grandi sia stata fino ad ora la squadra più attiva sul mercato, la campagna acquisti del Milan non convince i tifosi. Zambrotta, Flamini e Boriello sono giocatori di sicuro affidamento che vanno a colmare lacune evidenziatesi nella scorsa stagione: un terzino di valore, un centrocampista per far rifiatare i senatori, una punta prolifica. Ma non basta. Non nel calcio d'agosto che vive di nomi, illusioni e milioni. Con le star si vendono gli abbonamenti e con le star si attirano gli sponsor. Un certo malumore cova quindi nell'animo dei tifosi rossoneri che ritengono il mercato fin qui svolto insufficiente a colmare il gap evidenziatosi negli ultimi due anni rispetto all'Inter (21 punti sotto nell'ultima stagione, 28 in quella precedente senza contare la penalizzazione). Un tifoso ha addirittura aperto una petizione dal titolo “Berlusconi vendi il Milan”, che in una notte ha raccolto oltre 3000 firme. Forse un tantino esagerato, ma è la prova del nove circa la delusione dei fedelissimi rossoneri. Berlusconi è accusato di avere le mani “legate” dalla politica: in un periodo di difficoltà economica del paese il premier non può certo dare il cattivo esempio spendendo e spandendo per il suo “giocattolo”. Il cavaliere ha messo a disposizione della campagna acquisti una cifra che si aggira attorno ai 20 milioni. Tra cessioni e acquisti il saldo è positivo per circa 10 milioni. Quindi Galliani ha a disposizione circa 30 milioni per arrivare a un big. Troppo pochi per Adebayor, per Drogba (ammesso che sia in vendita) e anche per Eto'o. Ecco quindi che la scelta sembra cadere inevitabilmente su Ronaldinho. Il brasiliano non è propriamente quello che serve al Milan, ovvero una punta di peso, ma per lo meno sarebbe un colpo ad effetto che risolleeverebbe il morale dei tifosi e le sorti di una campagna abbonamenti iniziata con il freno tirato.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
03/07/2008 - tifosi non esageriamo (giacomo marletta)

Sebbene ritengo insufficiente il mercato rossonero e sebbene contesto le scelte ultime della societ? nn mi associo ai tifosi che chiedono la vendita del club perch? il milan deve essere grato a Berlusconi che lo ha salvato anni fa sull'orlo delfallimento.non dimentichiamo che se il Milan ha vinto lo scorso anno la champions league e il mondiale per club un motivo ci sar?. Detto questo io sono contrario alla politica rossonera sul mercato e spero che questa situazione cambi,e dico ai tifosi piuttosto di non abbonarsi allo stadio non cercare di far vendere a Berlusconi una societ? che lui ha reso gloriosa