BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Torino, rischia di saltare Klasnic, ma Cairo non molla

Rischia seriamente di sfumare la pista Ivan Klasnic (28) per l'attacco del Torino. L'attaccante croato, svincolatosi dal Werder Brema, pare vicino all'accordo col Maiorca

 

Rischia seriamente di sfumare la pista Ivan Klasnic (28) per l'attacco del Torino. L'attaccante croato, svincolatosi dal Werder Brema, pare vicino all'accordo col Maiorca, come riferito da fonti vicine all'entourage del giocatore. Sulle tracce dello sfortunato giocatore, completamente ristabilito dopo il doppio trapianto di rene, c'erano squadre di mezza Europa, in particolare tedesche e francesi.

Il Toro spera, comunque, che prevalga il desiderio di fare un'esperienza in Italia, un paese che Klasnic ama molto e che poteva conoscere già un anno fa, quando stava per lasciare il Werder Brema per andare alla Juventus. L'affare abortì causa le condizioni di salute del ragazzo e del suo status di extracomunitario, ma la stima di Blanc e della dirigenza bianconera è rimasta inalterata. Cairo lo sa e dopo il triste epilogo della vicenda Knezevic ha uno stimolo in più per intavolare una trattativa seria e concreta. Se Klasnic decidesse di ascoltare i consigli del suo agente, Cairo si ritroverebbe un attaccante capace di mettere a segno 49 gol in 150 partite.
In caso di risposta negativa, invece, il Toro sarebbe costretto a cambiare strategia e tornare all'assalto di vecchi obiettivi come Pozzi dell'Empoli e Diego Milito del retrocesso Saragozza. La scelta dell'attaccante è quella più delicata e quindi va ponderata con grande attenzione. Klasnic è la prima scelta di De Biasi e anche questo è un aspetto da non sottovalutare.
Nell'attesa di ricevere una risposta, Cairo dovrà risolvere anche la questione Abate. Ieri mattina, infatti, non è stato trovato l'accordo economico con il giocatore e quindi l'affare rischia di saltare. Il ragazzo, che partirà per le Olimpiadi, sta prendendo in seria considerazione l'ipotesi di restare al Milan.

© Riproduzione Riservata.