BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Aspettando Xabi Alonso la Juventus punta sul giovane Drenthe

La Juventus punta sul giovane talento olandese per infoltire la panchina e dare a Ranieri un'alternativa a Pavel Nedved.

Il Liverpool, pur non avendo ancora concluso l'acquisto di Barry dall'Aston Villa, non pare deciso ad abbassare le proprie pretese economiche per il centrocampista basco; e pare che la Juventus sia disposta a fare questo ulteriore sacrificio economico per accontentare Claudio Ranieri.

E la dirigenza bianconera, grazie alle cessioni di Palladino e Criscito, è pronta all’esborso che dovrebbe essere ampiamente riassorbito anche dalle programmate di Tiago, per il quale il Monaco avrebbe fatto un sondaggio, e Almiron.

Tuttavia lo staff della Vecchia Signora, che già dovrà digerire il rinnovo di Aquilani che sarà siglato probabilmente a giorni e ha il suo bel da fare per far digerire a tifosi eccellenti e non le mire su Dejan Stankovic, non si vuole fermare qui e vaglia, anche in forza della nuova norma sugli extracomunitari altre ipotesi di rafforzamento. Tra le varie ipotesi che si leggono sugli organi di stampa (Ivanovic, Gilberto Silva e Banega) ne scegliamo una diversa, quella forse poco pubblicizzata di Royston Drenthe.

Sottolineamo subito che  Drenthe non sarebbe un acquisto alternativo a Xabi Alonso, ma i rumors di mercato sul centrocampista del Real Madrid  sono sempre più insistenti. L'olandese, classe 1987, dopo una stagione un po' sottotono, non rientra infatti più nei piani dell'allenatore Schuster, con cui in ogni caso non sembra aver mai, calcisticamente, legato più di tanto.

Invece alla Juve di Ranieri, tornata nell’Europa che conta per essere protagonista, la duttilità tattica del gioiellino Olandese farebbe assai comodo. Drenthe, infatti, potrebbe giocare sia centrale sia a sinistra come vice-Nedved, diventando una pedina davvero importante per il turnover di Ranieri.

Drenthe nell’estate del 2007 con l’Olanda ha vinto gli Europei Under 21 ed è stato eletto dalla Uefa miglior giocatore del torneo coronando la sua annata trasferendosi al Real Madrid. I blancos, per strapparlo alla concorrenza, hanno versato nelle casse del Feyenoord, squadra in cui allora Drenthe olandese (originario del Suriname come Clarence Seedorf) militava, la bella cifra di 14 milioni di euro.

Già a gennaio Drenthe è stato accostato al campionato italiano perchè Panataleo Corvino, ds della Fiorentina che di giovani talenti se ne intende, lo aveva messo nel mirino dei viola. Il prezzo allora era intorno ai 10 milioni di euro e l’affare sfumò.

Oggi come allora, Calderon non vuole svenderlo: più probabile che si realizzi l'ipotesi del prestito, vista anche la giovane età del giocatore. La trattativa potrebbe decollare già nei prossimi giorni.

Proprio in queste ultime ore, infatti, gli emissari del club bianconero sono volati a Madrid per effettuare un sondaggio sull'effettiva fattuabilità dell'operazione. Per Drenthe la possibilità di giocare in serie A la prossima stagione rappresenterebbe un'opportunità interessante per mettersi in luce e risollevare le sue quotazioni dopo l'annata difficile trascorsa nella capitale spagnola.

© Riproduzione Riservata.