BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Napoli: l'entusiasmo dei tre nuovi acquisti Maggio, Rinaudo e Denis

Pubblicazione:

Ad aprire la conferenza stampa di ieri mattina nei saloni dell'Holiday Inn a Castelvolturno per la presentazione dei nuovi acquisti è stato De Laurentiis: «Do il benvenuto ai nuovi acquisti. Leandro Rinaudo è nato a Palermo e cresciuto nella squadra rosanero, dopo un lungo girovagare e numerose esperienze positive in prestito a Salerno e Cesena, dove ha giocato le sue stagioni migliori, è tornato definitivamente a vestire la maglia della sua città nell’ultima stagione. Il Sud è nel suo Dna, il suo punto di riferimento. E’ un difensore con i fiocchi, che deve ancora esprimere le sue potenzialità. Maggio è stato sempre seguito attentamente da Marino e io ho sempre condiviso il suo ingaggio, E’ reduce da un campionato strepitoso ma non dobbiamo caricarlo di eccessive responsabilità. E’ la pedina giusta per il nostro centrocampo a cinque, tra le sue caratteristiche migliori c’è l’ assist ma dovrà correre molto per svolgere anche la fase difensiva. Denis è uno dei pezzi pregiati del campionato argentino, ha segnato 109 reti dal 1997 al 2008. Un attaccante importante che ha vestito la maglia argentina contro il Cile in occasione delle qualificazioni ai prossimi mondiali subentrando al posto di Tevez».

La palla passa a Maggio: «Ho scelto Napoli perché è una piazza importantissima, ho tanta voglia di riconfermarmi, sono molto felice e motivato. Ho già lavorato con Reja e con Fabio Viviani, in questi anni sono cresciuto molto e dopo la maglia azzurra del Napoli spero di conquistare quella della Nazionale».

Poi Rinaudo:«E’ davvero un sogno essere qui. Ho scelto Napoli perché la società ha dimostrato di puntare molto su di me, con le parole certo, ma soprattutto con i fatti: il Presidente ha investito una somma notevole sul mio cartellino, non so quante società avrebbero fatto altrettanto. A Palermo stavo benissimo, sono cresciuto nella società rosanero. Ero a casa, giocavo nella squadra della mia città ma Napoli è un’opportunità troppo importante per lasciarsela sfuggire. Non vedo l’ora di indossare la maglia d’allenamento e iniziare questa nuova avventura».

Ultimo, con circa trenta minuti di ritardo rispetto all’inizio della conferenza stampa a causa del volo aereo da Buenos Aires, è Gustavo German Denis collegato in videoconferenza: saluta il Presidente visibilmente emozionato e a chi gli chiede perché avesse scelto Napoli e non Valencia lui risponde netto: «Amo la serie A, mi è sempre piaciuto giocare in Italia e per me è un po’ una rivincita rispetto a quando militavo nelle file del Cesena, dove giocavo poco, spezzoni di partita e non riuscivo ad esprimere il mio talento». Prosegue: «Ho parlato con Lavezzi e Navarro mi hanno riferito che Napoli assomiglia molto all’Argentina, c’è tanta passione, i tifosi sono fantastici. Chiederò di giocare, se possibile, con la maglia numero 19, è quella che ho indossato quest’anno con l’Independiente e che mi ha portato molta fortuna visto che ho fatto 27 reti. Il mio obiettivo è quello di fare bene qui a Napoli di vincere magari un giorno lo scudetto e di impegnarmi al massimo per raggiungere grandi traguardi insieme ai miei nuovi compagni».



© Riproduzione Riservata.