BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPECIALE CALCIOMERCATO/ La Roma pronta a chiudere per Mutu subito dopo la cessione di Mancini

Pubblicazione:

Le dichiarazioni rilasciate ieri dal ds viola Corvino sono state viste a Roma come un'apertura verso una possibile cessione di Adrian Mutu. Chi meglio del rumeno potrebbe aiutare la società viola a rientrare nel budget societario? Il problema è che anche il club giallorosso prima di sborsare la cifra che i Viola richiedono per cedere il proprio fuoriclasse - si parlava di 25 milioni di Euro ma alla fine potrebbero bastarne 18 - deve rimpinguare le proprie casse. Al momento, dopo l'acquisto di Riise ed il riscatto di Vucinic, a disposizione degli uomini di mercato giallorossi restano circa 4-5 milioni; ne mancano almeno 13, sempre quella cifra che la Roma aspetta dall'Inter nell'ambito dell'affare Mancini. Per questo prende sempre più corpo l'ipotesi di un'offerta che non arriverà prima della metà di luglio.

Un'altra ipotesi per ottenere uno "sconto" dalla società viola, per cui resta ancora da capire fino a che punto vorrà rientrare dei soldi investiti quest'anno (par certo che non vorrà rischiare di essere esclusa dall'Europa che conta anche l'anno prossimo) o quanto accetterà di trattare contropartite tecniche in grado di rinforzare l'organico. Da questo punto di vista potrebbe tornare in auge l'ipotesi di inserire nella trattativa un centrocampista di contenimento, un incontrista di cui la fiorentina non sembra essere fornita. Stiamo parlando di Matteo Brighi. L'ingaggio non sarebbe proibitivo (proviene dalla roma dove l'attenzione a questi "dettagli" è maniacale) e sicuramente ben figurerebbe nel centrocampo viola. Per lui infatti l'ipotesi Celtic sembra sfumata definitivamente, e uno sconto sul cartellino di Mutu farebbe comodo proprio per avere qualche "spicciolo" in più da giocare sull'ingaggio.

Tuttavia anche questa ipotesi non può essere considerata sicura perchè Spalletti ha dimostrato di stimare comunque il giocatore e non ha perso occasione di recente per ribadire la sua utilità alla squadra. Per vederci chiaro occorrerà aspettare la prossima settimana con la chiusura probabile della trattativa Mancini, ma sembra proprio di poter dire che la Roma non romperà la tradizione degli ultimi anni in cui ha sempre ceduto solo uno dei pezzi pregiati della rosa. Tradotto: Perrotta (e Aquilani?) non si toccano.

< br/>
© Riproduzione Riservata.