BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Inter: Moratti riancia per Lampard ed entro giovedì si chiude per Mancini

Pubblicazione:martedì 8 luglio 2008

Il “rejected” del Chelsea, il rifiuto di permettere a Frank Lampard di lasciare i Blues per i nerazzurri non fa tremare palazzo Durini. Moratti, infatti, rilancia: «Hanno risposto che non hanno intenzione di trattare, come era nei loro diritti. E ora vedremo. L'offerta c'é e la confermeremo. Comunque non vogliamo creare dei problemi esagerati. Sono ottimista? Vedremo...». Telenovela chiusa? Tutt'altro. Al club di Moratti, a questo punto, non resta che contare sul lavoro di Lampard stesso. Due le strade possibili: fatta salva la volontà di Lampard di seguire Mourinho nella sua avventura milanese, l'inglese dovrà chiedere in prima persona al Chelsea di essere ceduto. Per questo intento Lampard potrebbe seguire l'esempio di Ibrahimovic con la Juventus, arrivando ad un vero e proprio muro contro muro con il Chelsea, oppure una linea più soft, la più probabile: un colloquio tra il numero 8 dei Blues e Roman Abramovich, in cui il vicecapitano del club britannico chieda di essere lasciato libero di tentare l'esperienza italiana.

Mancini in dirittura d'arrivo – L'Inter deve chiudere in fretta l'affare Mancini: la formazione guidata da Mourinho si radunerà infatti il 16 luglio ad Appiano Gentile e per quella data la questione dovrà essere conclusa. Secondo quanto riportato da Tuttomercatoweb e Il Romanista, il direttore sportivo della Roma Daniele Pradè aspettava un contatto dall'Inter per definire il futuro di Mancini, ma da Milano nessuno si è fatto vivo, forse per i difficili impegni che vedono schierati procuratori e dirigenti nerazzurri sui fronti inglesi (Lampard) e portoghesi (Quaresma). Tutto lascia pensare comunque che domani possa essere il giorno decisivo, anche perché giovedì è atteso a Milano il procuratore di Amantino, Gilmar Veloz. Difficile pensare che l’agente del brasiliano si possa spostare se prima le due società non avranno trovato l’accordo. Per la definizione mancano ancora alcuni particolari: si lavora sul prezzo, anche perché finalmente l’Inter sembra essersi convinta a non inserire nessun giocatore nella trattativa. Nemmeno Obinna, l’ultimo candidato, che però alla Roma non interessa. L’affare si concluderà solo per soldi: una cifra tra i 12 e i 13 milioni. Questo darebbe a i giallorossi la possibilità di reinvestire la cifra sul mercato per arrivare all’attaccante (in cima alla lista c’è sempre Mutu) da mettere a disposizione di Spalletti.



© Riproduzione Riservata.