BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Adebayor o Ronaldinho? Al Milan ci credono. E spuntano Mister X e Mister Y

L' Amministratore Delegato Adriano Galliani fa il punto sul mercato e rivela che il Milan ha per l'attacco due non inlspettabili

Emmanuel Adebayor può ancora vestire la maglia del Milan. Parola di Adriano Galliani; il vicepresidente della società rossonera, ospite di Antenna 3, non ha dubbi, la squadra verrà ancora rinnovata. Incalzato sul possibile arrivo di un attaccante tra Ronaldinho e Adebayor, Galliani ha ammesso: «Ci sono anche un mister X e un mister Y che potrebbero arrivare – ha detto – il Milan ha raggiunto tutti gli altri obiettivi di mercato che si era ripromesso. Abbiamo deciso di riportare a casa Abbiati, abbiamo inseguito e raggiunto Zambrotta, riportato a casa Antonini, superato la concorrenza europea per Flamini e tornato Borriello. Oggi cerchiamo ancora un attaccante, ma a determinate condizioni economiche».
E poi svela: «Comunque mi è arrivato un fax proveniente dall’Arsenal nel quale si dice che la società è disposta a trattare per Adebayor. Dunque il primo problema è risolto, ora bisogna trattare sui soldi. Il giocatore ha come prima scelta il Milan, ma non è facile. Il calcio italiano una volta fatturava il doppio degli altri e potevamo permetterci di avere in squadra il pallone d’oro in carica Marco Van Basten e, come sua riserva, un altro pallone d’oro come Jean Pierre Papin. Oggi bisogna fare di conto».
Poi, dopo aver annunciato che Berlusconi verserà 50 milioni di euro nelle casse societarie (“abbiamo stipendi alti e giocheremo in Coppa Uefa”, ha detto), ha concluso parlando di Ronaldinho: «Abbamo cominciato a inseguirlo molti anni fa ed è sempre stato irraggiungibile per tutti, per richieste economiche fuori portata. È evidente che il calcio è cambiato molto: se in frigorifero non hai caviale o salmone ti arrangi con mortadella e magari fai un piatto altrettanto gustoso. Non c’è dubbio: tra Ronaldinho e Adebayor ne arriverà uno solo». E Sheva? “Siamo pronti a riabbracciarlo. E il suo arrivo potrebbe non escludere quello di un altro attaccante».
 

© Riproduzione Riservata.