BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Roma, nulla di fatto. Cosa si nasconde dietro i continui rinvii?

Ancora un nulla di fatto per la Roma. Le trattative per la cessione di Mancini e l'acquisto di un centravanti (Mutu?) legate a filo doppio, non hanno ancora trovato la loro soluzione

Il nulla. Almeno apparentemente. Il futuro della Roma, ormai è risaputo, è legato per il momento alla cessione di Mancini all’Inter. L’operazione dovrebbe concludersi tra pochi giorni, però. Mourinho ha chiesto di avere a disposizione la maggior parte degli acquisti entro l’inizio del ritiro, in programma per il 16 luglio. Non è difficile ipotizzare che Branca, direttore dell’area tecnica di Via Durini, abbia intenzione di incontrare Pradè al più presto. Per chiudere, finalmente. La dirigenza giallorossa, per il brasiliano di Belo Horizonte, pretende 15 milioni di euro cash; quella nerazzurra vorrebbe spenderne meno di 13. Il brindisi tra le parti non appare lontano. Giovedì a Milano andrà in scena la riunione decisiva? Chissà. Più probabile l’affare si chiuda entro il fine settimana, anche se il rischio che la vicenda sfoci in una telenovela è alto. Molto, troppo.
 
Una volta incassati gli utili provenienti dalla cessione del verdeoro, nelle segrete stanze di Trigoria prepareranno l’assalto al tassello mancante del mosaico spallettiano. L’attaccante. Mutu. E' lui l’obiettivo principale del tecnico di Certaldo. Al Fulvio Bernardini attendono con pazienza. Il romeno, al ritorno dalle vacanze, incontrerà Corvino & Co. per fare chiarezza sul proprio destino. A quel punto, il numero 10 viola si troverà di fronte ad un bivio. Firmare un rinnovo contrattuale con la Fiorentina oppure prendere la strada della Capitale? Guadagnare meno di due milioni a stagione in riva all’Arno o percepirne più di tre passeggiando per il Lungotevere? Se il 29enne di Calinesti decidesse di salire sull’Eurostar e scendere a Roma Termini, Della Valle sarebbe pronto a mettere sul mercato il giocatore valutandolo perlomeno 20 milioni. Rosella Sensi, dal suo canto, vorrebbe sborsarne 18 scarsi. Anche perché — è bene ricordarlo — sui trasferimenti nazionali, le società italiane pagano l’Iva. Un aspetto da non trascurare.
 
Al di là dei tecnicismi economici, Pradè & Co. sono attenti a monitorare anche altri centravanti. Huntelaar, Júlio Baptista e Iaquinta sono i nomi sul taccuino dell’allenatore giallorosso. Se ne riparlerà, comunque. Probabilmente nel mese di agosto. Antunes — tramite il suo procuratore, intervistato da Romanews.eu — ha smentito di aver avuto contatti con il Celtic, mentre l’agente di Okaka ha spiegato che il suo assistito vestirà la maglia rossoblù del Bologna. Presto verranno gettate le basi per i rinnovi dei contratti di Brighi e di Aquilani. Il nulla? Almeno apparentemente. (romanews)

© Riproduzione Riservata.