BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SPECIALE CALCIOMERCATO/ Juventus: l’Everton vuole Tiago

Tiago vuole l’Atletico Madrid, ma il club spagnolo non ha intenzione di sborsare un solo euro per il centrocampista (ormai ex) della Juve. Ecco allora il reale interesse dell’Everton, costretto a rimpiazzare l’infortunio del sudafricano Pienaar

Forse è la volta buona. L’interesse dell’Everton è reale, resta da convincere il giocatore. L’oggetto del mistero è Tiago, ormai considerato fuori rosa dai dirigenti bianconeri. Il portoghese aveva rifiutato l’offerta inglese del Tottenham nel gennaio 2008, ma in questo caso potrebbe accettare la destinazione. Tiago, forte di una proposta contrattuale da 2,5 milioni di euro, spinge per la soluzione Atletico Madrid, ma gli spagnoli non hanno alcuna intenzione di sborsare un solo euro per il cartellino del giocatore. Tutte le squadre che si sono fin qui interessate all’acquisto del centrocampista hanno messo sul tavolo la richiesta di un prestito con diritto di riscatto. Troppo poco per i bianconeri che vogliono incassare almeno 10 milioni di euro dalla cessione. Tiago potrebbe aspettare l’esito dei preliminari dell’Atletico, in caso di eliminazione (sconfitta per uno a zero all’andata) potrebbe dare il via libera per una sua cessione a un altro club. Ranieri, nel frattempo, spinge per accelerare la scelta della società: il tecnico ha assolutamente bisogno di un jolly a centrocampo. Non fanno dormire notti tranquille i frequenti acciacchi muscolari di Marchionni e Zanetti. Tramontata l’ipotesi di uno scambio di prestiti con l’Inter (Stankovic-Tiago): entrambe le società hanno paradossalmente paura di rinforzare una rivale diretta.
Dopo la vittoria straripante contro l’Artmedia la Juve sta vivendo il suo secondo giorno di riposo, la ripresa delle attività è fissata per domani in preparazione del tradizionale impegno del Trofeo Berlusconi, in programma domenica sera a San Siro contro il Milan. Nessun problema per Grygera, mentre le condizioni di Marchisio (rientrato anzitempo dall’Olimpiade) saranno valutate domani.

© Riproduzione Riservata.