BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SUPERCOPPA/ Inter, Gianluca Rossi: «Squadra in rodaggio, ma vincerà»

Abbiamo chiesto a Gianluca Rossi, la voce nerazzurra di Telelombardia, un pronostico sulla partita di stasera, le prospettive del calciomercato dell'Inter e la favorita per il prossimo Campionato

curvanordR375X255_23ago08.jpg (Foto)

La Supercoppa Italiana apre la stagione ufficiale dopo tanto calcio d'agosto. Chi è la favorita di Inter-Roma?


 

E' difficile fare un pronostico ma secondo me le squadre che cambiano meno, in generale, ad inizio stagione, partono un passo in avanti. Quindi la Roma è leggermente favorita: ha una sua precisa identità di gioco e i calciatori si conoscono alla perfezione. L'Inter al contrario è un cantiere aperto, i nerazzurri devono assimilare gli schemi di Mourinho quindi saranno un po' meno brillanti.


 

Quindi vincerà la Roma?


 

No, la Roma parte favorita, ma alla fine credo che vincerà l'Inter. Non credo che sarà una partita eccezionale, ma un match da 0 a 0 che si potrebbe decidere ai tempi supplementare con una giocata di classe di un singolo o addirittura ai rigori.


 

Chi sarà l'uomo partita?


 

Credo e spero Stankovic. Il serbo ha vissuto un periodo difficile, fino a poche settimane fa era considerato solo come il pupillo di Mancini e ora anche Mourinho lo sta scoprendo. Spero che sarà lui il “Man of the match” e sarà anche la sorpresa della stagione.


 

Il mercato dell'Inter è da considerarsi concluso o arriverà un altro giocatore?


 

Può arrivare Quaresma. Il giocatore piace a Mourinho ma la dirigenza non sembra essere convintissima e di certo non intende fare follie per il portoghese. Potrebbe però essere il colpo dell'ultimo minuto, quando il Porto si troverà nella situazione di rischiare di dover tenere un giocatore che ha già rotto con l'ambiente e con l'allenatore. A quel punto è possibile che abbassino le pretese e accettino la proposta dell'Inter. Nel frattempo lo stesso Mourinho si è reso conto che il giocatore non è essenziale, visto che in quel ruolo, oltre a Figo, possono essere impiegati anche Balotelli e Stankovic. In generale credo che sia meglio cambiare il meno possibile.

Il duello di stasera si riproporrà anche per lo scudetto come è stato negli ultimi due anni?


 

No, credo che queste due squadre punteranno forte sulla Champions League, in campionato vedo bene la Juventus che, al contrario, non penso andrà molto avanti in europa. I bianconeri hanno cambiato poco, hanno ancora la determinazione che deriva dalla serie B di due stagioni fa e che hanno riversato in campo l'anno scorso facendo un buon campionato. Sono collaudati e vorranno ritornare a conquistare lo scudetto. Penso siano i favoriti, anche se, ovviamente, spero vinca l'Inter. Anche se il cambio di allenatore è sempre, almeno inizialmente, un handicap. Questo fatto dovrebeb annullare in partenza il divario con le altre.


Le altre pretendenti?


 

Il Milan mi sembra una squadra incompleta, molto dipenderà da Ronaldinho, se non tornerà quello di una volta credo che i rossoneri saranno anche quest'anno fuori dalla lotta per il primo posto. La squadra che si è rinforzata di più, a mio modo di vedere, è la Fiorentina. I viola possono essere la vera sorpresa della stazione e piazzarsi subito dopo Juventus e Inter.


 

Torniamo all'Inter. Quale acquisto potrebbe essere la classica ciliegina sulla torta?


 

Premesso che Muntari e Mancini sono due ottimi acquisti, la rosa non è facilmente rinforzabile. E' già ad un livello altissimo. Un ulteriore salto di qualità potrebbero farlo fare giusto giocatori come Messi (l'anno prossimo Moratti potrebbe fare un tentativo) o Cristiano Ronaldo. Ma è chiaro che parliamo di fantamercato. Io sarei contento se Ibrahimovic tornasse al top della condizione e rimanesse all'Inter altri 3/4 anni. Quello sarebbe il vero colpo, visto che in questo periodo tutti i big sono propensi ad andare all'estero dove si vive meglio, ci sono meno pressioni e si guadagna di più.

© Riproduzione Riservata.