BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SUPERCOPPA/ Vince l'Inter ai rigori

Pubblicazione:lunedì 25 agosto 2008

supercoppa_interR375x255_25ago08.jpg (Foto)

I rigori decidono l’infinita sfida fra Inter e Roma. La freddezza premia l’Inter. Capitan Zanetti consegna la Coppa, decisivo l’errore di Juan nella serie a oltranza. In precedenza Totti aveva avuto il pallone per decidere la sfida, ma il tiro si è stampato sulla traversa. Per la squadra milanese si tratta del quarto successo nell’albo d’oro della Supercoppa Italiana. La lotteria dei rigori ha dato il successo alla squadra che più aveva meritato durante il match.

Nel primo tempo l’Inter è padrona del campo, la Roma invece si presenta piuttosto confusa. I padroni di casa affondano spesso sulla corsia di destra dove Maicon e Figo costringono sulla difensiva il norvegese Riise, lasciato troppo solo. La Roma soffre sulla fascia anche a sinistra dove Mancini e gli inserimenti di Muntari mettono in apprensione Cassetti. Come se non bastasse, la buona verve di Ibra tiene sotto scacco la coppia Mexes-Juan con lo svedese spesso a suo agio nell’uno contro uno. Spalletti inserisce dal primo minuto l’ultimo arrivato Baptista che insieme a Perrotta e ad Aquilani si aggira alle spalle dell’unica punta Vucinic. I giallorossi dopo un buon avvio si spengono lentamente, senza grandi idee e in difficoltà davanti al pressing dei nerazzurri. L’Inter è brava a chiudersi e a ripartire in velocità, mettendo in mostra anche un buona circolazione della palla. La rete arriva al 17’ quando un tiro di Maicon viene deviato da Mexes sulla traversa, ma la palla finisce sui piedi di Muntari che la scaglia in rete di sinistro. Con la cessione di Mancini e l’infortunio di Taddei la Roma perde la capacità di pungere sugli esterni, forse Spalletti farebbe bene a rivedere la disposizione tattica. Nella ripresa cala il ritmo la Roma trova al 59’ la rete di De Rossi da fuori area (incerto Julio Cesar) e galvanizzata dal pareggio prende le redini del gioco. Quando la gara sembra favorire la Roma arriva il vantaggio di Balotelli (subentrato a Figo), bravo a controllare un rilancio di Julio Cesar e a freddare Doni. Spalletti corre ai ripari e inserisce sia Totti sia Okaka. Il coraggio viene premiato al 90’ con Vucinic che di testa devia in rete un corner.

Si va ai supplementari con molti giocatori alle prese con i crampi e si assiste al Balotelli show: il neocittadino italiano lotta, sgomita e offre giocate di alta classe (due punizioni e un tiro a giro sventate egregiamente da Doni). La Roma paga il disordine tattico con quattro giocatori offensivi in campo in contemporanea, ma nell’ultimo minuto è proprio Okaka a sprecare l’occasione decisiva.

E poi il verdetto passa ai rigori con capitan Zanetti, autore del penalty decisivo.


 

Il tabellino

INTER (4-3-3): Julio Cesar; Maicon, Cambiasso, Burdisso (88’ Rivas), Maxwell, Stankovic, Zanetti, Muntari, Figo (65’ Balotelli), Mancini (70’ Jimenez), Ibrahimovic.

ROMA (4-2-3-1): Doni; Cassetti, Mexes, Juan, Riise (77’ Tonetto), Pizarro, De Rossi, Aquilani (87’ Okaka), Perrotta (84’ Totti), Baptista, Vucinic.

Arbitro: Saccani.

Marcatori: 17’ Muntari, 59’ De Rossi, 82’ Balotelli, 90’ Vucinic.

Ammoniti: Vucinic, Pizarro, Ibrahimovic, Cassetti, Balotelli, Stankovic.


 

La sequenza dei rigori

INTER: Ibrahimovic (gol), Balotelli (gol), Stankovic (traversa), Maxwell (gol), Cambiasso (gol), Jimenez (gol), Zanetti (gol).

ROMA: Vucinic (gol), Baptista (gol), Cassetti (gol), De Rossi (gol), Totti (traversa), Pizarro (gol), Juan (parato).



© Riproduzione Riservata.