BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPECIALE CALCIOMERCATO/ L'ag. di Berbatov: "Sulla Roma non posso parlare"

L'agente di Berbatov parla di un possibile trasferimento del suo assistito alla Roma

«…Riguardo il binomio Berbatov - Roma, preferisco non dire nulla. Se dicessi che abbiamo avuto un contatto, come se lo smentissi, non sarebbe corretto per nessuno. Sia per il giocatore, sia per la sua attuale società». Si è conclusa in questo modo una breve conversazione che la redazione de Laromasiamonoi.it ha avuto con Emil DANTCHEV, procuratore di Dimit'r Ivanov Berbatov, nazionale bulgaro e punta del Tottenham Hotspur. Dantchev, ha prima tentato di glissare, per poi passare all'attacco. «Il mio assistito è uno dei giocatori più richiesti nel panorama europeo. Ma la sua è una valutazione elevata. Anche sotto il profilo dell'ingaggio. Inoltre gli Spurs non sono un club in fase di recesso economico e non hanno bisogno di vendere per fare cassa».
Infatti, il Barcellona di Guardiola è proprio indirizzata all'acquisto della punta bulgara, per colmare il gap dell'eventuale partenza di un calciatore come Eto'o ed è pronto a sborsare la cifra non indifferente di 30 milioni di euro. Proprio in questi giorni, sia Sport che El Mundo Deportivo, hanno lanciato un sondaggio, per chiedere ai tifosi blaugrana se Berbatov sia il nome giusto per l'attacco in vista di una partenza del Camerunense. «Spagna, Inghilterra o Italia non fa differenza. Sono tre campionati di livello assoluto in cui un calciatore come il mio assistito si inserirebbe senza nessuna difficoltà». Fino ad ora sono arrivate offerte da Manchester (lo United ha offerto 25 milioni di euro) e da Barcellona. Ma, come detto, il Tottenham ha tutto l'interesse a generare un asta.
È ovvio che su queste basi un inserimento della Roma sembra improponibile. «Ma si potrebbe procedere per fasi. Magari cedendo un calciatore di potenzialità espresse, o acquistandone uno da girare agli Spurs», Milito e Santa Cruz sono i due nomi che da giorni gravitano in orbita Tottenham, con Gomez come outsider. Ma a questo punto, la Roma farebbe prima e meglio ad acquistarne uno per se stessa, in particolare se il prescelto fosse Milito, da portare a casa con circa 11 milioni di euro. A meno che la Roma non decidesse di puntare tutto il capitale sulla punta bulgara e di far leva sulla voglia del calciatore di misurarsi con un campionato che sta lentamente tornando uno dei più belli del mondo. Per creare un ticket con Totti ed un binomio vincente con la Roma (fonte: laromasiamonoi).

© Riproduzione Riservata.