BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIO/ Juve, Giovinco vuole guadagnare come Balotelli e Rossi. Arsenal alla finestra

Pubblicazione:venerdì 12 settembre 2008

giovincoR375_12set08.jpg (Foto)

Tutto ha un prezzo. Legge che vale ancora di più se applicata al mondo del calcio. Dunque anche un giovane 21enne futura promessa del calcio ha il suo prezzo. E' il messaggio che il procuratore di Sebastian Giovinco ha lanciato alla Juve, club che durante l'estate ha prelevato il talento dall'Empoli e che vuole fondare attorno a lui la Juve del futuro. Il ragazzo attualmente percepisce uno stipendio paria a 50.000 euro annui, contratto ereditato dai tempi della Primavera e che l'anno scorso in Toscana era lievitato fino a 250.000 euro. La dirigenza bianconera sa valorizzare le proprie risorse ed è probabile che a brevi si arrivi ad un adeguamento dello stipendio, che però non andrà oltre i 5-600.000. Ma Andrea D'Amico, procuratore dell'attaccante, sembra pensarla diversamente: «Il mio assistito è orgoglioso di essere alla Juve. Spera soltanto che venga apprezzato quello che ha messo in mostra. La situazione è in evoluzione: stiamo parlando con la Juventus e avremo dei colloqui per la definizione del suo contratto. Quando leggo che Sebastian verrà parametrato agli altri giovani in circolazione, mi sembra un discorso che lascia il tempo che trova. Consideriamo che i suoi omologhi in Nazionale, Giuseppe Rossi e Mario Balotelli, hanno i contratti in linea con quello che è il mercato. Penso che debba essere così anche per Sebastian».

 

Gli assi di cui parla D'Amico hanno stipendi che si aggirano attorno al milione. Difficile però che per il momento la cosa rappresenti un ostacolo al sereno proseguimento all'avventura bianconera di Giovinco. E' vero anche che il giovane inizia a fare gola a tanti: «Che lui interessi ai miglior club europei non è un mistero. Ha mostrato il suo talento e la sua grandezza in ogni match che ha fatto. Quello dell'Arsenal è un interessamento che a me personalmente non risulta, però il Times è una fonte autorevole». Anche perchè il giocatore è un fenomeno anche per quanto riguarda il marketing. Nel numero di Maxim di questo mese è stato scelto come uomo immagine per lo speciale sulla serie A, mentre un'importante azienda come Gilette lo ha scelto come futuro testimonial per la sua campagna.



© Riproduzione Riservata.