BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CHAMPIONS LEAGUE/La Juve vince. Leggi le pagelle dei bianconeri

La Juve incomincia con il piede giusto il cammino in Champions grazie a una prodezza di Alex Del Piero. I bianconeri soffrono, ma superano uno a zero lo Zenit. Le pagelle dei bianconeri

victor_delpiero2_R375X255_17set08.jpg(Foto)

Le pagelle dei bianconeri

JUVENTUS-ZENIT SAN PIETROBURGO 1-0 (primo tempo 0-0)

JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Grygera, Legrottaglie, Chiellini, Molinaro (57’ De Ceglie), Camoranesi (31’ Salihamidzic), Sissoko, Poulsen, Nedved, Del Piero, Trezeguet (87’ Trezeguet). All. Ranieri.

ZENIT (4-3-2-1): Malafeev; Anyukov, Puygrenier, Kryzanac, Sirl, Zyrianov (79’ Dominguez), Tymoschuk, Denisov, Danny, Arshavin, Pogrebnyak. All. Advocaat.

ARBITRO: De Blackeere.

MARCATORI: 76’ Del Piero

AMMONITI: Pogrebnyak, Sirl, Salihamidzic.

Buffon 7,5 Salva il risultato al 56’ in uscita su Sirl

Grygera 6,5 Si fa notare anche con alcune discese. Positivo

Legrottaglie 6,5 Sicuro al centro della difesa. Non concede spazi

Chiellini 7 Provvidenziale in area su Arshavin a quattro minuti dal termine

Molinaro 5 Esce tra i fischi dell’Olimpico per un pallone perso in mezzo al campo. Poco propositivo, anche perché costretto sulla difensiva dai movimenti di Danny

Camoranesi 6 Costretto ad uscire anzitempo per un pestone alla caviglia.

Sissoko 8 Una diga insuperabile. Ogni pallone che vaga fuori dall’area è suo. Lunghe leve e grande cuore.

Poulsen 6,5 Prezioso per la posizione. Sfiora il gol con un colpo di testa

Nedved 6,5 Cresce nel finale con alcune incursioni importanti

Del Piero 8 40° gol in Champions, il 243° con la maglia della Juve. Basterebbero questi numeri per fare la sintesi di un fuoriclasse. Solo un grande campione può tentare di calciare una punizione con il collo destro da oltre trenta metri da sinistra. Palla a scendere e portiere trafitto. Lotta, s’impegna e s’innervosisce ogni qual volta i compagni buttano nel vuoto il pallone

Trezeguet 5 Non una partita straordinaria. Soffre l’uscita di Camoranesi.

Salihamidzic 5 Non entra in partita. Si fa ammonire e non offre lo stesso dinamismo di Camoranesi

De Ceglie 6,5 Entra con il piglio giusto. Rischia nel finale perché lascia sguarnita la sua corsia. In costante crescita

Amauri 6,5 Pochi minuti. Bastano per seminare il panico nella difesa e mostrare saggi di palleggio

© Riproduzione Riservata.