BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIO VIOLENTO/ Cinque trasferte vietate, tredici partite soggette a restrizione

Pugno duro del Casms (Comitato per l'analisi della sicurezza delle manifestazioni sportive) per le prossime tre giornate di campionato

ulrasR375_18set08.jpg (Foto)

Continuano i divieti adottati dal Casms, il Comitato di analisi per la sicurezza sulle manifestazioni sportive, dopo i disordini avvenuti in occasione della prima giornata. Le misure di sicurezza interesseranno ben 13 incontri in programma nelle prossime tre giornate di campionato (20-21 settembre, 24 settembre e 27-28 settembre). Per cinque gare il divieto di trasferta è assoluto. Per Cagliari-Juventus saranno ammessi solo i residenti, solo abbonati per Fiorentina-Bologna, Genoa-Roma infrasettimanale e Roma-Atalanta del 28. Niente esodo dei napoletani inoltre a Udine e Bologna. Altre otto gare saranno invece soggette a restrizioni. Porte semichiuse dunque per Catania-Atalanta, Milan-Lazio, Juventus-Catania, Inter-Lecce, Lazio-Fiorentina, Sampdoria-Juventus, Torino-Lazio e Palermo-Reggina: i tifosi ospiti avranno infatti diritto all'acquisto di un solo biglietto a testa. Stesso discorso per il derby della Madonnina, posticipo della quinta giornata: un solo biglietto per tutti gli spettatori.

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
18/09/2008 - Incongruenze (Lorenzo Norfini)

I disordini della prima giornata hanno riguardato sostanzialmente Napoli e Roma. Quindi cosa c'entrano tutti i divieti imposti ad altre tifoserie? Spicca comunque tra tutti i provvedimenti quello assolutamente ingiustificato relativo a Fiorentina-Bologna. Vogliamo provare a quantificare anche il danno economico (oltre a quello sportivo) che simili provvedimenti arrecano al botteghino delle società? E quando una società viene additata come modello di comportamento e poi vessata in questo modo non trovate qualche incongruenza?