BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Inter, Moratti e Mourinho: Balotelli resta. Ma intanto salta la Coppa

Il numero uno e l'allenatore dell'Inter sono tornati oggi sull'argomento Balotelli. Il tecnico lo ha escluso anche dalle convocazioni per la Coppa Italia

Balotelli_R375_12gen09.jpg (Foto)

Balotelli sul piede di partenza? Neanche per sogno! Almeno questo è quello che si evince dalle dichiarazioni di Josè Mourinho e di Massimo Moratti, intervenuti oggi sulla vicenda. «Oggi o domani li vedrò – ha spiegato il patron dei nerazzurri - e dopo aver parlato con lui capirò anche io cosa vuole - Balotelli è parte integrante della squadra, è un giocatore su cui puntiamo e in cui personalmente ho grande fiducia, come credo abbia anche Mourinho: quindi siamo noi a decidere se sia incedibile». Il numero uno dell'Inter ha anche escluso l'ipotesi della partenza di Adriano e dell'arrivo di nuovi rinforzi per l'attacco a gennaio. Josè Mourinho è stato, come al solito, più duro e non ha convocato il giocatore nemmeno per la gara di Coppa Italia: «Dalla ultima convocazione fatta giovedì fino a oggi niente è cambiato – ha spiegato lo Special One secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport - Il suo modo di lavorare è lo stesso, la sua gioia, gli stessi atteggiamenti. L'unica cosa che è cambiata è che suo fratello ha detto chiaro chi è Mario e che vuole andare via. Aspettiamo fino al 2 febbraio. Quando il mercato chiude e lui capisce che deve rimanere qua, chissà magari il suo atteggiamento cambia e lui torna a disposizione. Ma per il momento non è pronto per giocare».

L'agente di Balotelli – In mattinata Corrado Balotelli, agente e fratello del baby bomber aveva smentito l'incontro fissato per oggi con Moratti, ammettendo però che si dovranno incontrare nei prossimi giorni e aveva ribadito la volontà del giocatore di andare in prestito fino a giugno: «Chiediamo un'esperienza altrove di quattro mesi per tornare all'Inter più forte di prima – ha spiegato Corrado Balotelli - Non ci vedo assolutamente niente di male, visto che non si parla di una cessione. Purtroppo c'è molta cattiva informazione attorno alla vicenda, e ciò non fa altro che rendere il ragazzo ancora più confuso. Con l'Inter in realtà non ci sono problemi».

© Riproduzione Riservata.