BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MILAN/ Diogo Kotscho:«Kakà non ha ancora firmato per il City»

Il portavoce della famiglia del forte attaccante brasiliano smentisce che ci sia la firma per il Manchester City  e che Kakà sarà regolarmente in campo contro la Fiorentina

Kakà_aterra_R375_15dic08.jpg (Foto)

Diogo Kotscho è il portavoce della famiglia Leite, fin dai tempi in cui Kakà giocava nel São Paulo. Una voce dunque, strettamente vicina alle vicissitudini del giocatore del Milan.

 

Dagli Emirati Arabi scrivono che addirittura Ricardo avrebbe già firmato con i citizens. Qual è la verità?

 

«Non è vero. Ricardo è un giocatore del Milan e pensa solo a scendere in campo domani sera contro la Fiorentina. Il City sta parlando con la società rossonera, ma di certo non posso dare conferme su quanto hanno scritto nei Paesi Arabi».

 

In Italia si stanno spargendo alcune voci secondo le quali Kakà non sarà in campo domani a San Siro. Conferma che sarà regolarmente sul terreno di gioco?

 

«Certamente. Ripeto che sarà in campo e farà il suo dovere».

 

Kakà ha deciso cosa fare in cuor suo? Moltissimi tifosi spingono affinchè lui rimanga a Milano...

 

«Non ancora, sta pensando al Milan».

 

Bosco Leite, il papà di Ricardo, sarà a Milano lunedì prossimo per parlare con l'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani?

 

«Non credo, allo stato attuale credo di no, Bosco è in vacanza a San Paolo e penso che a meno di grosse sorprese ci rimarrà fino alla fine della settimana».

 

E' previsto un incontro con il Manchester City?

 

«Probabilmente. Ma Bosco si muoverà solo se ci sarà un'evoluzione in questo senso. Deve parlare con il Milan».

 

Si dice anche che il Real Madrid sia sempre molto attento a Kakà e ai suoi movimenti.

 

«Ho saputo che il presidente Calderon si è dimesso, per qualsiasi contatto credo che ciò potrà avvenire a partire dalla prossima stagione». Ricardo non sa se resterà tutta la vita a Milano.

 

(fonte calciomercato.it)
© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
16/01/2009 - ai milanisti veri (Alberto Pennati)

Andate a vedere la classifica della premier league: ma davvero pensate che Kakà possa firmare per una squadra che rischia di giocare l'anno prossimo in serie B? Mettete in relazione questi "passaggi": - il Milan che fa una faticaccia boia a tenere Kakà dopo i ripetuti assalti passati del Real; - Kakà che 2 giorni fa - non 2 anni! e guarda caso il giorno prima dell'offerta del City - dice che invecchierà capitano al Milan; - il City che esce con la sua offerta ed il Milan dice che la sta valutando; - Calderon si dimette Secondo voi, dove andrà Kakà? E più facile che lo convinca il City o il Real? E Kakà perchè non è intervenuto subito, ripetendo che vuole restare ed invecchiare al Milan?