BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

KAKA’/ Berlusconi:«Mi dispiace ma è difficile trattenerlo al Milan»

Il presidente del Consiglio seppur dispiaciuto afferma che sarà molto difficile trattenere il talento brasiliano, dopo l'offerta faraonica del club inglese 

berlusconi_stadio_R375x255_05nov08.jpg(Foto)

Silvio Berlusconi, nelle vesti di presidente del Milan, allontana l’ipotesi che Kakà possa rimanere in rossonero. «E' difficile dire di no un ragazzo – dice il presidente del Consiglio - che ha la prospettiva di un introito molto superiore a ora. La carriera dei calciatori non dura tutta la vita, è limitata negli anni». Parole chiare che rispondono a chi gli chiedeva notizie sulla trattativa tra Milan e Manchester City che potrebbe portare il brasiliano Kakà al club inglese.

«Ancora non è deciso niente, ma è molto difficile far restare uno che andrebbe a guadagnare tanto di più. Un club non può aumentare gli stipendi del doppio», ammette Berlusconi, in Sardegna per la campagna elettorale del candidato governatore del Pdl, Ugo Cappellacci. ' «E' chiaro, mi dispiacerebbe se partisse -conclude- . Non possiamo aumentare uno stipendio già al massimo livello, dovremmo aumentarlo a tutti i calciatori del Milan e francamente non è possibile».

© Riproduzione Riservata.