BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Juventus, le novità su Diego, Kuyt, Sneijder e Malouda

Ecco come stanno procedendo le trattative per gli obiettivi di alto livello dei bianconeri

Kuyt_R375_27gen09.jpg (Foto)

Diego si avvicina al bianconero. Dopo le aperture in serie prima del ds Alessio Secco e poi del tecnico Ranieri ieri il giocatore, in un’intervista a Sky, ha dichiarato tutto il proprio apprezzamento per il club di Torino: «La Juventus è una grande squadra e giocarci farebbe piacere a qualsiasi giocatore, è un club d’importanza mondiale e non posso che ammirarlo». Il trequartista brasiliano continua spiegando di avere un contratto con il Werder Brema fino al 2011, anche se il rinnovo non sembra essere in vista. Intanto a fine febbraio è stato programmato un incontro, quando la famiglia del giocatore arriverà in Europa. Capitolo Kuyt. Il centrocampista offensivo del Liverpool ha fatto sapere di stare bene dov’è anche se ha aggiunto che qualora dovessero arrivare un’interessante offerta, questa potrebbe essere seriamente presa in considerazione. La Juventus, per mano di Alessio Secco, avrebbe già sondato la trattativa. Il giocatore potrebbe essere lasciato partire per circa 15/20 milioni di euro, ma sembra voglia andarsene in tandem con Rafa Benitez, con cui ha un grande rapporto di stima. La trattativa per ora rimane in sospeso anche se è una delle piste più calde in vista della prossima estate. Infine vi sono le operazioni Snejder e Malouda. Per l’olandese del Real l’interesse bianconero è forte. Osservatori della Vecchia Signora continuano infatti a seguire il trequartista orange con insistenza. Il Real chiede 20 milioni di euro, ma visti gli ottimi rapporti che legano i due club, in particolare seil futuro sarà targato Florentino Perez, la somma potrebbe essere ridimensionata. La voce di un interesse per Malouda arriva invece dall’Inghilterra. L’esterno francese avrebbe rotto definitivamente con Scolari e sarebbe disposto a partire. Si parla addirittura di un prestito in gennaio anche se l’operazione è più facile per giugno.

© Riproduzione Riservata.