BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DOPING/ Mannini e Possanzini squalificati per un anno

Pubblicazione:

DanieleMannini (Napoli, al Brescia all'epoca dei fatti) e Davide Possanzini (Brescia), sono stati squalificati per un anno dal Tribunale amministrativo dello sport per essersi presentati in ritardo ad un test antidoping dopo Brescia-Chievo del dicembre 2007. «Non si può trascurare che una decisione come questa è stata presa 14 mesi dopo i fatti – dice Mattia Grassani, legale del Napoli a Sky - attraverso tre gradi di giudizio: la Figc li aveva riconosciuti esenti da responsabilità, il tribunale nazionale antidoping del Coni li aveva condannati a 15 giorni, il Tas li ha trattati come criminali squalificandoli per un anno. Mannini e Possanzini hanno ritardato di 25 minuti un controllo risultato poi negativo. E sono stati trattati pari o peggio di quelli che si dopano davvero». Mannini e Possanzini hanno già scontato 15 giorni, quindi potranno tornare in campo il 14 gennaio 2010. Durissimo Gino Corioni, presidente del Brescia che, intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha definito l'accaduto: «Una porcata pazzesca, voglio vedere se lo sport italiano riuscirà a difenderci dalla più grande ingiustizia di sempre o se rimarrà con le mani in mano».



© Riproduzione Riservata.