BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BASKET/ Olimpia che fatica! Milano-Ferrara (71-66)

L'AJ vince ma stenta e doma Ferrara grazie alle ottime prove di Finley e Petravicius. Acker  è in crescita ma il gioco stenta a decollare

hall_R375x255_16nov08.jpg.jpg (Foto)

ARMANI JEANS MILANO-CARIFE FERRARA 71-66 (20-16, 39-40, 56-54)


OLIMPIA MILANO: Acker 14, Mancinelli 7, Hall 10, Maciulis 4, Mordente 5, Finley 11, Bulleri 2, Rocca 4, Petravicius 14, Cacace ne, Beard ne

 

FERRARA: Jamison 8, Farabello 12, Nnamaka, Salvi 2, Jackson 12, Mazzola, Sacchetti 2, Grundy 23, Sangarè 7, Zanelli ne, Rizzo ne, Borsato ne.

 

Finley 7: 8 assist oltre agli 11 punti sono un’ottima notizia per Milano; non sempre nelle fasi più concitate riesce a portare tutta la lucidità necessaria alla squadra

 

Acker 6.5: rispetto al nulla di Varese si registrano enormi passi in avanti. Si segnala per alcune ottime iniziative in attacco e come buon passatore. Peccato per qualche leggerezza difensiva e per alcune iniziative un po’ troppo solitarie.

 

Mancinelli 7: in post basso si fa sentire e mette a segno alcuni canestri di pregevolissima fattura. Quando è in campo rappresenta un terminale importante per il gioco di Milano.

 

Rocca 5: paga diversi centimetri e chili a Jamison e inevitabilmente soffre. Non riesce quasi mai a far valere la maggiore mobilità rispetto al centro di Ferrara.

 

Mordente 6.5: molto più vispo e attivo delle ultime uscite in attacco. I falli spesi sono tutti “intelligenti”.

 

Maciulis 5.5: zero punti dal campo e difesa non sempre impeccabile.

 

Hall 6.5: miglior rimbalzista di Milano, gli riesce anche qualche tripla improbabile. Non mancano nemmeno le solite iniziative “poco pensate”.

 

Bulleri 5: non riesce a dare il proprio contributo né in fase di gestione né quando si mette in proprio.

 

Petravicius 7: partita di grande sostanza in entrambe le metà del campo. Senza il quarto fallo il suo apporto avrebbe potuto essere ancora più rilevante.

© Riproduzione Riservata.