BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PREMIER LEAGUE/ Cade il Chelsea, Manchester in fuga. Classifiche, risultati, giocatori top e flop

ferguson_R375_30dic08_phixr.jpg(Foto)

Negli altri incontri:
 
Terza posizione in classifica per il Tottenham di Harry Redknapp che, giocando praticamente solo 15 minuti, conquista a Portsmouth un prezioso successo ai danni del suo vecchio club grazie a Ledley King, su assist di Niko Kranjcar e a Jermain Defoe, prima del gol della bandiera di Kevin-Prince Boateng (14 presenze in maglia Spurs) e delle espulsioni dello stesso Defoe e di Michael Brown.
 
 
Tanti temi attendevano questa partita, innanzitutto l’accoglienza riservata a Mr.Redknapp (tiepida) e l’enorme quantità di ex presenti nei due fronti (Defoe, Niko Kranjcar, Peter Crouch, Brown, Boateng e Younes Kaboul), poi l’attesa di una conferma da parte dei Pompey dopo l’ottima prestazione di Wolverhampton prima della sosta.
Ne è uscita una partita dominata dagli uomini di Paul Hart (ora affiancato da Avram Grant, presenza ingombrante), che lamentano l’assenza di un vero centravanti quando Aruna Dindane spreca a ripetizione e si scontrano con l’unica prestazione positiva di Heurelio Gomes da quando ha messo piede oltre-Manica (grande parata su punizione di Boateng), a fronte della classica uscita da brividi di David James che spalanca la porta al rientrante Ledley King per lo 0-1, doppiato poi da Defoe su assistenza di Jermaine Jenas; la rete di Boateng riapre l’incontro, sigillato ancora da Gomes con una paratissima su Hassan Yebda e dall’inadeguatezza di Dindane, che fallisce una grossa occasione a portiere battuto.
 
Difficilmente i bianchi conserveranno ancora a lungo la terza piazza, ma per gli Spurs si tratta del miglior avvio degli ultimi 15 anni, mentre il Portsmouth è sulla strada giusta per riemergere dal fondo della classifica.
 
 
Fondamentale 3-2 del Blackburn sul Burnley, che si porta subito in vantaggio grazie a Robbie Blake per poi farsi travolgere da David Dunn, Franco Di Santo (primo gol in Premiership del giovane argentino di proprietà Chelsea su assist di Morten Gamst Pedersen) e Pascal Chimbonda, prima del gol della bandiera di Chris Eagles.
Partita scialba, troppo importante il risultato per i padroni di casa, che recuperano subito lo choc del gol subito a freddo e realizzano le 3 reti nell’arco della prima frazione di gioco, approfittando della terribile linea difensiva dei Clarets e sfiorando il quarto nella ripresa con il portiere Paul Robinson direttamente da rinvio.
 
Gli uomini di Owen Coyle sono difficili da decifrare: imbattuti in casa (4 successi con 7 gol realizzati e solo due subiti, caduti a Turf Moor anche Man Utd e Chelsea), tremendi in trasferta, con 5 sconfitte e 17 gol subiti, a fronte di solo 2 realizzati.
Sam Allardyce può invece gioire per questo successo, che porta i Rovers fuori dalla zona a rischio retrocessione e battezza il primo gol stagionale di Franco di Santo, che può risultare importante in questa stagione.
 
 
Una doppietta del redivivo James Beattie èsufficiente allo Stoke per superare un West Ham che non vince da 7 partite e sembra aver esaurito la verve apportata dai numerosi giovani presenti in organico: al rigore del centravanti di Lancaster, concesso per atterramento ai danni dell’ex Matthew Etherington, risponde una zuccata di Matthew Upson, ma lo Stoke concede il bis nella ripresa, coadiuvato anche dall’arbitro Martin Atkinson, che non concede un evidente penalty ai danni dello stesso Upson, che si vede aprire una ferita alla testa da Robert Huth.
Con Alessandro Diamanti a fianco del solitamente isolato Carlton Cole, gli unici a creare qualche chance per gli Hammers, la squadra di Gianfranco Zola si dimostra più vivace rispetto alle ultime prestazioni, ma gli svarioni difensivi condannano i londinesi alla penultima posizione in classifica, pegno da pagare per una rosa ai minimi termini, qualche errore in fase di investimento (Savio Nsereko, ora alla Fiorentina e Luis Jimenez) e il mancato salto di qualità di alcuni giovani.
 
 
Pareggio importante per il Wolverhampton a Goodison Park contro l’Everton di David Moyes, che solo al minuto 88 riesce a replicare alla rete di Kevin Doyle con il primo gol inglese dell’ex Lokomotiv Mosca Diniyar Bilyaletdinov.
Ancora imbattuto ma piuttosto deludente l’Everton, più brillanti gli arancioni, motivati dall’esordio della stella Michael Kightly e vicini alla rete in un paio di occasioni con Sylvan Ebanks-Blake, mentre i Toffeemen, strigliati dal manager scozzese dopo un primo tempo terribile, si risvegliano e trovano diverse conclusioni verso la porta di Wayne Hennessey, in particolare con il trio Saha-Jo- Bilyaletdinov.
 
Il Monday Night prevede la sfida tra Fulham e Hull City.
 
 
 
Classifica: Manchester United 22; Chelsea 21; Tottenham 19; Arsenal 18#; Manchester City 17#; Sunderland 16; Aston Villa 16#; Liverpool 15; Burnley 12; Stoke City 12; Everton 11 #; Wigan 10; Blackburn 10#; Bolton 8 #; Wolverhampton 8; Birmingham 7; Fulham 7 ##; Hull 7#; West Ham 5 #; Portsmouth 3.
 
# Una partita in meno (8 partite disputate)
## Due partite in meno (7 partite disputate)
 
 
Marcatori
 
8 reti Fernando Torres (Liverpool)
8 reti Darren Bent (Sunderland)
7 reti Didier Drogba (Chelsea)
6 reti Wayne Rooney (Man Utd)
6 reti Jermaine Defoe (Tottenham)
5 reti Louis Saha (Everton)
5 reti Robbie Keane (Tottenham)
5 reti Kenwyne Jones (Sunderland)
4 reti Thomas Vermaelen (Arsenal)
4 reti Emmanuel Adebayor (Man City)
4 reti Gabriel Agbonlahor (Aston Villa)
4 reti Carlton Cole (West Ham)
4 reti Francesc Fabregas (Arsenal)
4 reti Robin Van Persie (Arsenal)
 
 
 
 
Top 11:
 
1 Heurelio Gomes (Tottenham)
2 Gary Neville (Man Utd)
3 Pascal Chimbonda (Blackburn)
4 David Dunn (Blackburn)
5 James Collins (Aston Villa)
6 Ledley King (Tottenham)
7 James Milner (Aston Villa)
8 Kevin-Prince Boateng (Portsmouth)
9 Robin van Persie (Arsenal))
10 Darren Bent (Sunderland)
11 Ryan Giggs (Man Utd)
 
Flop 11:
 
1 Brad Friedel (Aston Villa)
2 Pablo Zabaleta (Man City)
3 Graham Alexander (Burnley)
4 Greg Halford (Wolves)
5 Ricardo Carvalho (Chelsea)
6 Daniel Agger (Liverpool)
7 Julien Faubert (West Ham)
8 Michael Kightly (Wolves)
9 Aruna Dindane (Portsmouth)
10 Steven Fletcher (Burnley)
11 Stefan Maierhofer (Wolves)
 
 
Prossimo turno:
 
Sabato 23 Ottobre 2009
 
Birmingham- Sunderland
Burnley- Wigan
Chelsea- Blackburn
Hull- Portsmouth
Tottenham- Stoke
Wolverhampton- Aston Villa
 
 
 
Domenica 24 Ottobre 2009

Bolton- Everton
Liverpool- Man Utd
Man City-Fulham
West Ham- Arsenal
 

 

© Riproduzione Riservata.