BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CHAMPIONS LEAGUE/ Milan, Inzaghi si scalda: «Al Bernabeu ho già segnato, se Leo mi chiama io ci sono!»

Il bomber italiano voglioso di scendere in campo contro il Real Madrid

inzaghi_gioia_R375x255_15set09.jpg (Foto)

CHAMPIONS LEAGUE MILAN – Pippo Inzaghi potrebbe essere l’arma in più del Milan per la sfida di mercoledì sera. Il bomber italiano potrebbe infatti pungere la retroguardia ballerina del Real Madrid con le sue incursioni sempre sul filo del fuorigioco. Un Inzaghi desideroso di giocare visto che al Bernabeu non ha mai giocato in gare ufficiali: «Non ho mai giocato al Bernabeu in partite ufficiali – spiega Inzaghi a La Gazzetta dello Sport - l’ho fatto solo in amichevole e ho anche segnato, ma la Champions League è un’altra cosa. Non so se Leonardo deciderà di schierarmi dal primo minuto, però io sono pronto, sto bene e soprattutto sono felice di vedere che riesco ancora a essere utile alla squadra come è successo domenica contro la Roma».

Il Bernabeu è uno stadio eccezionale ma non è fra i preferiti di Inzaghi: «Se devo indicare un paio di stadi europei, scelgo il Camp Nou di Barcellona e Old Trafford di Manchester: giocare lì è incredibile – dice l’attaccante italiano - però, datemi pure del romantico, per me San Siro è San Siro: belli come il mio stadio non ce n’è. Ed è stato stupendo domenica sera vedere i nostri tifosi finalmente felici: la vittoria con la Roma ci darà una spinta importante e se la meritava anche Leonardo che non ha mai smesso di avere fiducia in noi». Il Milan ritroverà il vecchio amico Kakà, ceduto la scorsa estate per ripianare il bilancio: «Con Ricky avevamo un feeling incredibile in campo e fuori – continua - la sua cessione è stata un grande dispiacere, però la dirigenza del Milan ha vinto tutto e se ha deciso di vendere Kakà significa che non c’erano alternative».

Un Inzaghi ancora a caccia al record di Gerd Muller: «Io cerco di non pensare al record di Gerd Müller, però se continuate a farmi domande sull’argomento diventa difficile ignorare la cosa... Scherzi a parte, sarebbe meraviglioso fare questo benedetto gol in uno stadio così bello e contro un avversario così forte, però sarà tutto inutile se il Milan dovesse perdere la partita. A noi serve un risultato positivo: se poi dovessi segnare io, meglio...». Chiusura su Raul autore di una splendida gara nella sfida col Valladolid: «Lo stimo molto, è un grande campione che ha fatto la storia del Real, riesce sempre a segnare. Non ho mai giocato contro di lui – conclude - sono curioso di sfidarlo».

© Riproduzione Riservata.