BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

JUVENTUS/ Ferrara e il dilemma modulo, intanto striglia Trezeguet: «Dovrebbe fare attenzione a quello che dice»

Il tecnico partenopeo indeciso fra il 4-2-3-1 o il "vecchio" rombo a centrocampo

ferrara_ciro_R375x255_7giu09.jpg (Foto)

JUVENTUS – Ciro Ferrara deciderà solo in questi istanti il modulo con cui scenderà in campo a Siena contro i padroni di casa bianconeri. Il tecnico partenopeo è infatti indeciso fra il 4-2-3-1 di mercoledì o il 4-4-2 con rombo a centrocampo della precedente Juventus. Ferrara minimizza davanti ai giornalisti: «Cannavaro dice che il modulo non conta: la penso come lui, sono più importanti gli equilibri e la voglia che ci metti. Abbiamo lavorato su tutti e due i moduli, ho giocatori in grado di cambiare schieramento durante la gara», ma è vero anche che Sissoko, da poco ritornato dopo un lungo infortunio, ha bisogno di un po’ di riposo, come ha confermato indirettamente Ferrara: «La necessità di far riposare qualcuno ci può stare».

Un modulo, quello ad una punta, criticato pubblicamente da David Trezeguet. Critica non digerita dall’allenatore, che ieri ,ha replicato in questo modo: «Vero, abbiamo giocato con una sola punta ma con Giovinco, Diego e Camoranesi, che difensori non sono. David conosce l’ambiente, dovrebbe fare attenzione a quello che dice visto come poi viene usato».

© Riproduzione Riservata.