BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIO/ Genoa e Lazio: è l'Europa League il problema?

Pubblicazione:lunedì 26 ottobre 2009

gasperiniR375_24set08.jpg (Foto)

CALCIO GENOA - LAZIO  - L’Europa ti fa male. Il Genoa e la Lazio pagano in campionato gli impegni in campo continentale. Se prendiamo ad esempio come modello il Grifone, non possiamo non notare che la banda di Gasperini ha perso la sua arma migliore: la capacità di aggredire ogni pallone dal primo all’ultimo minuto. Anche se le cessioni di Motta e Milito possono incidere, la campagna acquisti non ha particolari colpe perché basta ricordare che il Genoa quest’anno ha sconfitto la Roma e ha giocato alla pari con la Juve.

 

Semplicemente le gambe non girano. La forza di questo Genoa è sempre stata la preparazione delle gare in chiave atletico-tattica, il che diventa, però, difficile quando si scende in campo ogni tre giorni. Bisogna anche aggiungere che il Genoa, ma anche la Lazio, non hanno a disposizione una rosa all’altezza che permetta un ampio utilizzo del turnover. A questi motivi si aggiungono anche gli infortuni, più probabili quando si disputano due gare alla settimana.

 

Per i biancocelesti c’è anche l’aggravante di una situazione (quella di Pandev e Ledesma) al limite della razionalità. Il Genoa e la Lazio stanno ripetendo quello che in passato hanno fatto altre compagini, si pensi al Chievo, all’Udinese o alla stessa Fiorentina. Anche i viola potrebbero fare di più nella massima serie, ma pagano spesso il peso dello stress psico-fisico della Champions: vanno a vincere in Ungheria e perdono in casa con il Napoli. A qualcuno l’Europa fa male.

 

(Luciano Zanardini)



© Riproduzione Riservata.