BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

MILAN/ Leonardo è una pasqua: «Ad inizio stagione giocare così sembrava un sogno…»

Una doppietta di Nesta e un miracolo di Dida regalano al Milan la terza vittoria di fila della stagione

Leonardo_R375_28lug09_phixr.jpg(Foto)

MILAN – Oramai è un marchio di fabbrica: il Milan soffre nel primo tempo, va sotto, e nei secondi 45 minuti si mette il mantello da Superman e sbaraglia gli avversari con una superprestazione. E’ successo così con la Roma, si è ripetuto lo stesso al Santiago Bernabeu di Madrid e la “tradizione” è continuata ieri sera al Bentegodi. Un Milan straordinario nei secondi 45 minuti di gioco e Leonardo a fine gara è naturalmente entusiasta dei suoi: «Abbiamo reagito in fretta al gol di Pinzi e poi la ripresa è stata straordinaria – confessa il tecnico brasiliano nel post-gara - con grande voglia di vincere. Nella squadra c’è un entusiasmo contagioso e tutti fanno il massimo. Penso a Dida che non giocava da tantissimo tempo, ha sbagliato a Madrid, ma si è ripreso e a Verona ha fatto una parata decisiva sull’ 1-1. Penso ad Antonini che è stato convincente, allo straordinario Thiago Silva, all’utilissimo Borriello. Adesso purtroppo perdiamo Jankulovski, che si opera per la rimozione della placca dalla caviglia sinistra e rientrerà dopo la sosta di novembre».

Un Milan che fino a un mese fa era dato quasi per spacciato e invece: «Nel calcio non esiste un’opera finita – prosegue a riguardo Leonardo - bisogna sempre cercare soluzioni nuove e migliori. All’inizio della stagione giocare così sembrava un sogno, ma adesso ci stiamo esprimendo su ottimi livelli. Io voglio sempre vedere un Milan offensivo, anche perché tenendo la palla concediamo meno occasioni agli avversari». Ed ora i rossoneri sono al quarto posto, sognare è possibile, ma Leonardo non vuole sentire parlare di obiettivi: «Conta di più dimostrare che il Milan c’è – conclude - e che nei giocatori ci sono grandi valori».

© Riproduzione Riservata.