BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA INTER/ Mandorlini, Zenga e il "maestro" Trapattoni

Pubblicazione:martedì 27 ottobre 2009

Zenga_R375_12dic08.jpg (Foto)

Mi ricordo di un Inter - Fiorentina di coppa Italia quando perdemmo per 4-3 prima della cavalcata da record. Il Trap prese in disparte i 5 giocatori che avevano più esperienza. Facemmo quadrato e gli giurammo fedelta. E poi sapete tutti come è andata a finire.


A lei cosa diceva?

Che io potevo diventare un grande allenatore, che avrei compreso un giorno quali erano i segreti di questo mestiere. Zenga però non sembrava proprio nato per fare l'allenatore... Mi ha molto stupito. E' molto cresciuto ed ha imparato in questi anni il mestiere di tecnico. Si sta dimostrando eccezionale.

 

Dà più soddisfazione giocare o allenare?

Sono due cose diverse. Da allenatore hai più responsabilità, ma anche più soddisfazioni. Io mi sto divertendo proprio a fare questo mestiere.

 

Obiettivi e sogni?

Quello di continuare a allenare. Certo il sogno di tutti i giocatori dell'Inter dei record sarebbe di tornare sulla panchina neroazzurra, questa volta da tecnico. Mi sembra una cosa normale...

 

Chi sono i colleghi che apprezza maggiormente?

Sarò controcorrente ma mi piacciono sia Lippi che Mourinho


All'estero non andrebbe ad allenare?

Certamente in Francia, Spagna o Inghilterra.

 

Il Trap invece è in Irlanda dove si giocherà le chances di qualificazione mondiale con la Francia...

Un incontro difficile, perché la Francia è sicuramente superiore. Ma nel calcio può succedere di tutto e da Trapattoni è lecito aspettarsi ogni cosa.

 

(Franco Vittadini)


LEGGI ANCHE: CALCIOMERCATO/ Inter, Zenga rivela: Moratti mi voleva per il dopo Mancini



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.