BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA JUVENTUS-NAPOLI/ Moggi racconta Ferrara, da raccattapalle al San Paolo alla panchina della Juve

Pubblicazione:

Moggi_R375_5mar09.jpg

Abbiamo visto bene. Ciro era uno dei migliori difensori, che aveva raggiunto anche il traguardo della nazionale. Migliorò la difesa sotto tutti i punti di vista, formando con Montero una coppia insuperabile.

 

Nella sua carriera Ferrara subì anche un grave infortunio che gli fece saltare i Mondiali del 1998. Nonostante questo tornò sui suoi livelli?

Sì, si è visto il carattere: recuperò molto bene. Era un professionista serio, capace di disciplinare le sue forze e di amministrare il suo fisico.

 

Tornando ad oggi, che partita dobbiamo aspettarci?

Sarà una gara difficile perché il Napoli si è ripreso bene con due vittorie e un pareggio rocambolesco contro il Milan. Sono proprio questi recuperi, come quello con i rossoneri, che danno quasi più spirito di una vittoria. Il Napoli è su di morale, ma lo è anche la Juve. I bianconeri devono fare attenzione al contropiede, ma tanto Ciro conosce benissimo le caratteristiche del Napoli.

 

E Luciano Moggi guarderà il match di domani?

Certo che lo seguo.

 

Impossibile non chiederle per chi tiferà...

Sarò equidistante. Faccio il tifo sia per la Juve che per il Napoli. Vinca chi sta meglio.

 

(Luciano Zanardini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.