BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Milan, Ronaldinho ossigeno per Leonardo. Le pagelle di Atalanta - Milan (1-1)

Il brasiliano nella ripresa salva Leonardo dalla possibile sconfitta. Bergamaschi in 10 per quasi 60 minuti

milan_festagol_R375x255_04ott09.jpg (Foto)

1-1 (Primo tempo 1-0)

Tiribocchi (A) al 21' p.t.; Ronaldinho (M) al 38' s.t.

(4-4-2): Consigli; Garics, Pellegrino, Manfredini, Bellini; Padoin, Guarente, Radovanovic, Valdes (Peluso dal 30' st); Doni (Caserta dal 18' st), Tiribocchi (Ceravolo dal 14' st) (Coppola, Peluso, Madonna Layun, Acquafersca). All.: Conte.

(4-3-1-2): Storari; Abate, Nesta, Favalli, Zambrotta, Gattuso (24' st Ambrosini), Pirlo, Flamini (1' st Ronaldinho), Seedorf, Huntelaar (15' st Inzaghi), Pato (Dida, Oddo, Kaladze, Jankulovski). All. Leonardo. Arbitro: Rocchi di Firenze

Spettatori 15.000. Ammoniti Pellegrino, Garics, Gattuso, Nesta e Ronaldinho per gioco scorretto; Manfredini per proteste. AL 40' p.t. espulso Radovanovic per doppia ammonizione. Angoli: 4-2 per Milan. Recuperi p.t. 2', s.t. 5'

Storari 6: non può nulla sul tiro ravvicinato di Tiribocchi che permette ai bergamaschi di passare in vantaggio. Non può sempre fare miracoli.

Abate 5,5: meno dirompente del solito, cerca di proporsi nel secondo tempo quando ha praterie davanti a sè. Non brillante come in altre occasioni.

Nesta 6,5: una partita quasi perfetta. "Quasi" perchè si lascia sfuggire Tiribocchi in due occasioni, nella prima viene punito nella seconda quasi. Nel secondo tempo offre l'assist del pareggio a Ronaldinho con un tocco "alla Pirlo".

Favalli 5,5: neanche lui impeccabile sul vantaggio nerazzurro, nel secondo tempo amministra la situazione.

Zambrotta 6: meglio rispetto agli ultimi match, non soffre particolarmente in fase difensiva, mentre si fa vedere in avanti nella seconda frazione di gioco.

Flamini 5: imbalsamato al cospetto del centrocampo atalantino. Tanto fumo e poco arrosto.

Gattuso 6: meglio del compagno di squadra francese, "Ringhio" lotta e corre cercando di tamponare le azioni della formazione di casa. Esce per far posto ad Ambrosini.

Pirlo 5,5: il gioco del Milan è troppo compassato e lento, lui cerca di rianimarlo con cambi di gioco, ma la missione fallisce.

Seedorf 6,5: sicuramente il più frizzante dei suoi nel primo tempo, si conferma propositivo anche nel secondo.

Pato 6: importante soprattutto nell'occasione del secondo giallo a Radovanovic. Viene fermato spesso con le cattive, è sfortunato nel colpire la traversa, ma si mangia un gol colossale anche grazie all'ottimo intervento di Consigli. Ma un giocatore con il suo talento non può sbagliare quelle occasioni.

Huntelaar 6: una giornata strana per l'attaccante olandese. Palle buone neanche a parlarne, ma quando il pallone arriva in area di rigore lui è temibilissimo. Uno dei più pimpanti viene stranamente sostituito proprio nel momento in cui serviva la torre in area di rigore.

Ronaldinho 6,5: non ha cancellato le ombre che aleggiano su di lui, soprattutto perchè nessuno si accorge del suo ingresso in campo per parecchi minuti. Ma i grandi campioni sanno riapparire al momento giusto, e lui lo ha fatto, siglando il gol del pareggio.

Inzaghi 5.5: non è tempo di Champions e Superpippo non compie il miracolo. Generoso come sempre, non lascia il segno.

Ambrosini 5,5: qualche sortita offensiva per sfruttare le doti nel gioco aereo, ma è dura contro la difesa atalantina.

Leonardo 5,5: sarà anche un Milan incompleto e sfortunato, ma ci mette del suo quando toglie Huntelaar (uno dei più propositivi) che avrebbe sicuramente portato maggiori problemi nel gioco aereo di Inzaghi.

(Claudio Ruggieri)

© Riproduzione Riservata.