BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MILAN/ Fininvest smentisce la cessione della società rossonera, ma è davvero finita la vicenda?

Potrebbe non essere chiusa la questione legata alla vendita del Milan

berlusconi_stanco_R375_18ge.jpg (Foto)

MILAN – Con un comunicato diffuso ieri mattina, la Fininvest ha respinto al mittente le voci riguardanti la cessione del Milan. «In relazione alle ripetute indiscrezioni di stampa – si legge sul comunicato della società milanese - Fininvest si vede costretta ancora una volta a smentire, nel modo più perentorio e assoluto, che esista alcuna ipotesi di vendita, anche parziale, di quote della società A.C. Milan». Fininvest ha poi precisato: «In questi giorni circolano le voci più disparate in relazione alla sconcertante sentenza del giudice Mesiano relativa al Lodo Mondadori, comprese quelle che parlano di fideiussioni paracadute chieste da Fininvest alle banche. Fininvest, convinta dell'annullamento da parte della Corte di Appello della sentenza, conferma solo che chiederà la sospensione immediata e integrale dell'assurda condanna».

La società rimane quindi sulla difensiva ma è chiaro, da come riporta La Gazzetta dello Sport, che la vicenda non è ancora conclusa. Il Lodo Mondandori unito al blocco del Lod Alfano, lascia la società rossonera, e il Premier in primis, in una situazione delicata dal punto di vista economico. Per tutte queste ragioni il petroliere albanese Rezart Taci rimane in attesa di ulteriori risvolti, pronto a sganciare i 700 milioni di euro richiesti per l’acquisto del Milan o a entrare nella società come azionista di minoranza.

© Riproduzione Riservata.