BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA NAZIONALE/ Vicini: Cassano? Vince il collettivo, non il singolo

AZEGLIO VICINI, ex commissario tecnico degli azzurri, analizza il momento della Nazionale: dal caso Cassano all'innesto di nuovi giovani che formeranno l'ossatura del futuro

cassano_lippi_R375x255_14nov.jpg(Foto)

E' stato l'allenatore che ha portato l'Italia in semifinale ai Mondiali del 1990, quando fummo sconfitti in semifinale dall'Argentina ai rigori. Azeglio Vicini parla a ilsussidiario.net a cuore aperto di questa Italia che si appresta a difendere il titolo iridato conquistato a Germania 2006.

Vicini, l'Italia difenderà il suo titolo in Sudafrica, quali possibilità abbiamo di riconfermarci campioni?

Siamo decisamente una buona squadra, ma vincere dipende da mille fattori. Bisogna avere tutti i giocatori in buona condizione fisica, avere la fortuna dalla nostra parte e ci sono poi mille altri episodi che condizionano il raggiungimento di un risultato così importante.

Secondo lei quali sono le squadre che possono vincere i Mondiali del 2010?

Sono sempre le solite, quelle in grado di far bene e di vincere. Oltre all'Italia, vedo naturalmente il Brasile che a ogni Mondiale parte da favorito, la Spagna, l'Inghilterra, la Germania e l'Argentina. E poi le solite sorprese che ci sono a ogni manifestazione iridata.

L'Inghilterra di Fabio Capello potrebbe fare molto bene...

L'Inghilterra ha tutte le chances per fare un grande Mondiale. Capello finora ha lavorato molto bene. E poi sabato negli spareggi per la qualificazione ai Mondiali c'è l'andata di Irlanda - Francia, con Giovanni Trapattoni.

Come vede questa partita?

La Francia ha un tasso tecnico superiore e maggiore tradizione, ma nel calcio può succedere di tutto. Trapattoni ha costruito un'Irlanda che ha fatto due splendide partite contro l'Italia. Non è un pronostico così scontato. Sarebbe bello per il nostro calcio portare tre allenatori in Sudafrica e d esportare il nostro football all'estero come fanno Brasile e Argentina.

Lippi intanto sta convocando diversi giovani in queste due amichevoli contro Olanda e Svezia. Cosa pensa di tutto questo?

Lippi fa bene perché bisogna dare nuova linfa alla Nazionale. Abbiamo nel nostro campionato e nelle nostre squadre diversi giocatori giovani che stanno facendo molto bene. E' giusto provarli in vista dei Mondiali in Sudafrica per costruire anche il futuro di questa Nazionale. Non soltanto nei club e nelle Nazionali straniere si lanciano campioni ancora in erba. Lo dimostra il livello che spesso ha raggiunto l'Under 21 in questi anni.

Non ci sono però Santon e Balotelli...