BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NAZIONALE/ Per il dopo Lippi è sfida tra Spalletti e Prandelli. Moggi: Marcello resterà ct

Pubblicazione:

lippi_R375.jpg

NAZIONALE - «Oggi ho poche cose da dire, e sono tutte su Italia-Svezia. Non mi interessa nulla di Cassano, Amauri, di dove sarò nel futuro e di tutte queste cavolate qui». Parole decise quelle di Marcello Lippi oggi nella conferenza stampa andata in onda all’ora di pranzo. Al ct della Nazionale non sono piaciute le voci sul suo futuro, che da qualche giorno girano sul suo conto, e forse non ha gradito nemmeno l’intervista di Roberto Mancini, che ieri alle Iene si candidava alla guida della Nazionale e dava la sua formazione tipo.

 

Mancini però non sembra essere tra i papabili alla panchina visto che a quando sembra Lippi dopo i mondiali ritornerà alla Juventus ma da dirigente. Flebile è anche la pista che porta a Carlo Ancelotti visto che l’ex allenatore del Milan si trova più che bene a Londra.

 

Le ipotesi più probabili portano a Spalletti (Zenit permettendo) e Cesare Prandelli che sembra aver terminato la sua esperienza in viola. Da segnalare infine le dichiarazioni di Luciano Moggi a Radio Kiss Kiss Napoli che confermano Lippi saldo sulla panchian della Nazionale anche dopo il Sudafrica. «Dopo il Mondiale Lippi torna alla Juve? No, resterà in Nazionale».



© Riproduzione Riservata.