BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA BOLOGNA-INTER/ Mihajlovic racconta i nerazzurri e l'ex Mancini: «Un allenatore da Real Madrid!»

SINISA MIHAJLOVIC racconta la partita del dall'Ara, una sfida che una volta valeva il tricolore, poi parla di Mancini e della nazionale Serba, la "mina vagante" di Sudafrica 2010

mancini_mihajlovic_R375x255_06nov08.jpg (Foto)

Bologna - Inter una partita dal fascino suggestivo, una sfida che negli anni sessanta decideva lo scudetto. A commentare questo incontro è un ex di tutte e due le formazioni. Sinisa Mihajlovic ha infatti vestito la maglia dell'Inter dal 2004 al 2006 ed è stato anche viceallenatore di Roberto Mancini dal 2006 al 2008 poi, nella stagione 2008 - 2009 ha guidato per una parte del campionato lo stesso Bologna.

 

Mihajlovic, oggi c'è Bologna - Inter. Sulla carta una partita dal pronostico già deciso. Come finirà?

L'Inter quando è in giornata non teme nessuna squadra. C'è poco da fare. E' una compagine straordinaria, che ha dei numeri incredibili. Credo però che oggi, anche se parte favorita, avrà la testa al match di Champions League di martedì prossimo con il Barcellona. Il Bologna potrebbe approfittarne.

 

Che differenza c'è tra l'Inter di Mancini e Mihajlovic e quella di Mourinho?

Sono due Inter vincenti tutte e due. Con una differenza importante. Adesso i giocatori dell'Inter scendono in campo più convinti del loro valore. Hanno acquistato la mentalità giusta. Sono abituati a vincere e lo fanno con grande semplicità.

 

Quali sono i giocatori determinanti dell'Inter?

Tutti i giocatori dell'Inter sono fortissimi. Ma se dovessi dire quali sono quelli veramente determinanti parlerei di Julio Cesar, di Maicon, Stankovic e Balotelli.

 

E nel Bologna i più forti quali sono?

Di Vaio e Zalayeta quando sono in giornata non temono rivali. Poi Viviano, in porta sa fare cose eccezionali.

 

Com'è il clima in questi due club?

 

CONTINUA A LEGGERE L'INTERVISTA, CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO