BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Milan, per Inzaghi ancora panchina. Addio sempre più vicino?

Pubblicazione:

Inzaghi_R375_26feb09.jpg

CALCIOMERCATO MILAN - Questa sera il Milan, impegnato nel match contro il Marsiglia, scenderà in campo con la formazione che ha battuto il Cagliari a San Siro, con l'innesto di Nesta al posto di Kaladze. In attacco, confermato Borriello, nonostante le non perfette condizioni fisiche.

 

Bocciato, nuovamente, SuperPippo Inzaghi, il rossonero più deluso nell'ultimo periodo. La "storia d'amore" tra il centravanti ed i rossoneri è vicino alla fine, l'ex bomber della Juventus vuole sentirsi importante, non titolare, ma non vuole perdersi le sfide di Champions, e di campionato, più affascinanti. Ma Leonardo ha già fissato la gerarchia, il titolare è Marco Borriello, per questo a fine anno, Inzaghi penserà al proprio futuro, a 36 anni, nonostante abbia già vinto tutto, ha ancora voglia di emozionarsi.

 

C'è il Parma pronto ad accoglierlo, una specie di amarcord per il bomber rossonero, che con la maglia ducale ha già giocato un anno, nel 95', ma anche in Spagna, Atletico Madrid e Siviglia, farebbero carte false per averlo.

 

(Claudio Ruggieri)



© Riproduzione Riservata.
 

COMMENTI
25/11/2009 - Pura follia! (Alberto Pennati)

Comincio ad essere un pò stanco del comportamento della società, nei riguardi di certe persone che hanno dato tantissimo al Milan: Maldini (indifeso nei confronti degli imbecilli che l'hanno contestato nell'ultima a San Siro; quando una partita di addio???), Ancelotti (dopo le numerose vittorie, meritava un prolungamento del contratto), Kakà (non si vende il giocatore più forte) e adesso sono in discussione Inzaghi (ma non è la persona che ha segnato in tutte le competizioni europee/intercontinentali, con trofei portati a casa?), Gattuso (quanti Km ha macinato e quante palle ha recuperato, adesso x infortuni seri non è più "utile"), per non dimenticare di Ambrosini (in bilico rinnovo contratto sino a poco tempo fa) e di Pirlo (che costava tot. miliardi). Ma la riconoscenza esiste? Dobbiamo tagliare i costi, bene: perchè l'Amministratore delegato, primo tifoso, non dà il buon esempio, che so con un emolumento annuo di Euro 50.000? (o è troppo poco?).