BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Juventus, tre punti senza brillare. Le pagelle di Maccabi Haifa - Juventus (0-1)

Giovinco_R375_3nov09.jpeg (Foto)

Felipe Melo 4,5 Errori su errori, sia in tamponamento che in appoggio, impressiona per l’immobilità, anche lui deve staccare la spina, perché il suo contributo attuale equivale alla metà di quello fornito da Cristiano Zanetti la scorsa stagione: è un altro giocatore rispetto a quello ammirato a Firenze, il brasiliano ha perso sicurezza.
 
Camoranesi 6 Solo il gol, fondamentale per la stagione bianconera, in mezzo a un’ora di pause alternate a discreti spunti, con la solita discontinuità che traspare quando non è al meglio fisicamente
 
Tiago 4,5 Non si registrano progressi, semmai colpisce per la timidezza con cui si nasconde in fase di costruzione del gioco, dove capisce presto che la misura del suo lancio non corrisponde alle intenzioni dei compagni
 
(dal 60’ De Ceglie 6 Prova almeno a proporsi con la solita abnegazione sulla fascia sinistra: un onesto ricambio)
 
Diego 7 Il piacere di vederlo partire palla al piede, trottolando palla al piede tra gli avversari saltati come birilli è un po’ annaquato dalla scarsità di conclusioni verso la porta (una, pericolosa), ma è l’unico in Italia in grado di accendere improvvisamente la luce con giocate di classe adamantina: fosse assistito da almeno un paio di punte, vedremmo il paulista nella sua completezza
 
Amauri 5 Un gol annullato per fuorigioco come unica immagine positiva di una gara spesa a rincorrere arbitro e palloni sbilenchi: anche a lui gioverebbe la vicinanza di un’altra punta di ruolo, del Piero o Iaquinta che sarà
 
(dall’ 85’ Trezeguet sv)
 
 
(Christian Schneider)
© Riproduzione Riservata.