BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ATALANTA-JUVENTUS/ Conte, «La Juve mi disse di no e speriamo che Buffon sia malato…»

Parla il grande ex del posticipo di questa sera, il tecnico dei bergamaschi Antonio Conte

Conte_gicatore_R375_20apr09.jpg (Foto)

ATALANTA-JUVENTUS – Sarà una gara speciale per l’allenatore dell’Atalanta, Antonio Conte. Il tecnico leccese sarà infatti il grande ex della gara visto il lungo passato bianconero. Un Conte che questa sera poteva essere in campo seduto su un’altra panchina: «Sì, ci fu un colloquio informale – spiega Conte in conferenza stampa - se non sono alla Juventus è per colpa di una parola. Quale? No (Risata) il no che mi hanno detto».

 

Il tecnico torna quindi a parlare della sua esperienza bianconera e dei moltissimi trofei conquistati: «All’epoca neppure noi ci rendevamo conto di quello che stavamo facendo – spiega - è stata la storia a dirci quanto è stata grande quella squadra. Ma adesso basta con il passato. Voglio essere giudicato come allenatore. Un tecnico che ha fatto la gavetta, ha preso cazzotti in faccia e alcuni ne ha dati. La storia con la Juve non me la toglie nessuno, adesso voglio scrivere un’altra pagina con l’Atalanta».


PER LEGGERE LA SECONDA PARTE DELL'ARTICOLO CLICCA SUL PULSANTE >> PIU' IN BASSO