BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INTER-ROMA/ Ranieri a muso duro: «Ci hanno picchiato tanto, sono prepotenti e Mou si dimentica le 12 reti subite…»

Pubblicazione:lunedì 9 novembre 2009

derossi_R375_25set08.jpg (Foto)

INTER-ROMA – Inter-Roma, come da tradizione, non è mai una gara banale; la partita giocata ieri sera, infatti, è destinata a durare per almeno due settimane con annesso un bel carico di critiche. Ad accendere la miccia è l’allenatore dei giallorossi Claudio Ranieri, che a fine gara, si è lamentato per il gioco troppo duro dei padroni di casa: «Abbiamo fatto un’ottima partita ma ci hanno picchiato tanto – spiega l’ex allenatore della Juventus - la prossima volta dovremo venire con la corazza. Mourinho si è lamentato dell’arbitro? Non c’è più religione. Lo fa sempre e mi sorprende. Lui è un grande allenatore e un grande comunicatore. Dice qualche battuta, mi dice che ho 70 anni, che ho vinto una coppetta, non si ricorda che quando era il secondo al Barcellona gli ho fatto 12 gol in 3 partite».

 

Ranieri ha poi proseguito: «Stavolta l’Inter ci ha fatto il doppio dei falli (26 a 13), soprattutto sistematici a centrocampo. Loro sono grossi, potenti e prepotenti, dovevamo essere tutelati anche noi con i cartellini, secondo me l’arbitro dovrebbe privilegiare chi gioca a calcio. De Rossi? Grazie a Vieira dovrà essere operato, lui salta coi gomiti alzati. Non c’è stata volontarietà, però in Inghilterra lo avrebbero buttato fuori». Ed a proposito di De Rossi, il giocatore verrà operato oggi al Gemelli di Roma e fra due settimane potrà essere regolarmente in campo grazie ad una maschera protettiva.

 

Chiusura sulla Juventus: «Mi sento moralmente a posto – conclude Ranieri - per aver portato in due anni i bianconeri ad un 3° e a un 2° posto: era una neopromossa».



© Riproduzione Riservata.