BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

MILAN/ Leonardo: «Questa squadra piace e si piace, scudetto? Una parola che esiste…»

Il tecnico rossonero felice per i risultati ottenuti dai propri giocatori nelle ultime uscite stagionali

Leonardo_R375_27mag09.jpg(Foto)

MILAN – Il Milan vince convincendo l’ennesima partita e il tecnico Leonardo gongola. È lui, infatti, il vero artefice di questa formazione, capace di cambiare pelle in pochi mesi dimenticandosi di gente del calibro di Maldini, Ancelotti e Kakà. «Questa è una squadra che piace e si piace – ha spiegato il brasiliano a fine gara - la base di tutto è nella voglia dei ragazzi, nel loro piacere di giocare, è così che Pato è cresciuto dall’inizio della stagione e come lui gli altri. Questa è una squadra fatta per aggredire, fare tanti gol, far male agli avversari. Ma non si può dominare per 90 minuti. Ed è logico che in certe situazioni ci si trovi a soffrire. Soffrire non fa male a nessuno e non ho nessun rimpianto per l’inizio della stagione. I problemi delle prime partite ci sono serviti per analizzare e crescere, sono serviti a tutto l’ambiente, squadra, tifosi, società. Abbiamo recuperato l’umiltà, una qualità importante per costruire i successi».

Leonardo che sta utilizzando i giocatori più in forma a costo di sacrificarne altri, comunque importanti: «A volte perdo un po’ il sonno a pensare a chi dovrò lasciare fuori dalla squadra – dice a riguardo il brasiliano - ma i ragazzi stanno dimostrando una grandissima disponibilità. Vedere Inzaghi e Flamini entrare in campo in quel modo, anche se magari sono delusi perché non hanno giocato dall’inizio, è un segnale straordinario della forza del gruppo». Infine, un commento sull’obiettivo Scudetto, non più un’utopia: «Scudetto? Siamo ancora tanto indietro - dice Leo - ma la parola esiste nel nostro vocabolario. Vediamo se in questa stagione sarà possibile raggiungere questo obiettivo».

© Riproduzione Riservata.