BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MILAN/ Si scatena il dopo Ancelotti: in pole Leonardo e Donadoni con due alternative pronte

Si parla di futuro in casa Milan e dopo le bordate del patron rossonero in seguito all'ennesimo pareggio della squadra, si fanno le prime ipotesi per il dopo Ancelotti

Si parla di futuro in casa Milan e dopo le bordate del patron rossonero in seguito all'ennesimo pareggio della squadra, si fanno le prime ipotesi. Al numero 1 di via Turati piace il brasiliano Leonardo, ma c'è anche Donadoni in lizza, come documentato questa mattina dalla Gazzetta.

 

SOLUZIONI PER IL FUTURO - Ancelotti ha una sola carta da giocarsi, la Coppa Uefa, perché, diciamo la verità, la qualificazione diretta alla Champions League (cioè il piazzamento tra le prime tre in campionato) viene dato per scontato o, comunque, non può bastare a salvare una stagione. Alla vittoria della coppa che ancora manca nella bacheca di via Turati, invece, ci si potrebbe aggrappare per ricominciare ad andare d’amore e d’accordo. In caso contrario ci sono diverse soluzioni sul tavolo dei dirigenti rossoneri che, ultimamente, stanno effettuando sondaggi per capire come certe scelte verrebbero accolte. Quattro i nomi dei possibili sostituti: Leonardo, Donadoni, Rjikaard e Van Basten. Detto che sembra difficile che il Milan punti sui due olandesi (anche se sono i preferiti dai tifosi, come dimostra il sondaggio di gazzetta.it, la corsa al dopo-Ancelotti si restringe a Leonardo e Donadoni. Il brasiliano, che sta terminando il corso per allenatori, è l’ipotesi più affascinante e più «berlusconiana». Il presidente, come fece in passato con Fabio Capello (e come fa spesso in politica), potrebbe scegliere il suo pupillo e portarlo direttamente dalla scrivania al campo, luogo che conosce soltanto in qualità di ex giocatore. Una scommessa che, se si rivelasse vincente, consentirebbe al Cavaliere di appuntarsi un’altra medaglia al petto: cosa che non gli dispiacerebbe affatto.

 

© Riproduzione Riservata.