BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CHAMPIONS/ Inter, Mourinho sicuro: «Manchester favorito? Non penso…»

Il tecnico dell’Inter mostra coraggio ed è convinto di passare il turno  

Mourinho3_R375_10nov08.jpg (Foto)

«Spero che sia una partita divertente, certo, specialmente dopo il novantesimo...». Sono queste alcune delle parole rilasciate in conferenza stampa dal tecnico portoghese Josè Mourinho. Uno Special One molto ironico, come del resto si è mostrato sempre in questi mesi in Italia. «Per me giocare all’Old Trafford o in un altro stadio è lo stesso – continua il nerazzurro - e domani vedremo se la mia squadra è uguale a me. Parlare prima è facile… Il problema non sarà la tradizione negativa dell’Inter negli ottavi di finale, lo stadio o l’atmosfera che troveremo, ma la forza di un Manchester che gioca bene e ha individualità importanti. Ai giocatori forti e agli allenatori bravi, però, giocare partite così piace. Mi aspetto un match divertente o una partita a scacchi? Spero divertente dopo che è finito».

 

Poi Mourinho “attacca” i pronostici: «Loro dicono di essere favoriti? Io non credo sia così: sono già arrivato alla finale dopo un pareggio senza gol. Questa sfida la vince chi gestisce meglio la pressione».

«Rispetto al 2003-2004, quando ci sono entrato per la prima volta – aggiunge il portoghese riferendosi allo stadio del Manchester United - sembra passato tantissimo tempo e invece sono trascorsi solo cinque anni. Questo stadio lo conosco come casa mia e pochi minuti fa l’addetto al taglio dell’erba mi ha addirittura chiesto quale parte del campo avremmo usato. Qui il calcio è diverso rispetto dall’Italia – continua - dove da tre settimane si vive un dramma parlando delle passate eliminazioni dell’Inter negli ottavi. Per me il football è passione e piacere e preferisco vedere questa sfida come una possibilità che abbiamo di eliminare i campioni del mondo».

Infine una chiusura sulla possibilità di vederlo in Inghilterra a breve: «Magari tra vent’anni allenerò il Manchester. Ferguson però mi sembra sia forte e stia bene. Lasciamolo qua ancora un po’…».

© Riproduzione Riservata.