BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FA Cup/ Manchester a valanga, Chelsea ok. Il punto sulla Coppa d'Inghilterra e sul recupero di Premier League

Il Manchester impressiona e fa turnover in vista dell'Inter, il Chelsea passa con Drogba, anche l'Arsenal vince: le eurorivali delle italiane stanno bene

drogba_facup_R375x255_09mar09.jpg (Foto)

Si profila un ottimo parterre-de-roi in vista delle prossime semifinali di F.A.Cup, con la qualificazione al turno successivo di Man Utd, Chelsea e Everton, vittoriose nelle partite dei quarti di finale e dell’Arsenal, che supera il quinto turno a spese del Burnley nel replay.

Successo di personalità per i Red Devils, che dominano nello 0-4 inflitto al Fulham a Craven Cottage, con pregevole doppietta dell’”uomo di coppa” Carlos Tevez, al quinto centro nella competizione, e acuti di Wayne Rooney e del coreano Park Ji Sung, autentica arma tattica di Sir Alex Ferguson.

Turno di riposo per Cristiano Ronaldo, Ryan Giggs e Dimitar Berbatov, ma ancora pessime notizie per la difesa, in vista dei futuri impegni di Champions: sabato è toccato a capitan Rio Ferdinand e John O’Shea, usciti anzitempo per guai muscolari, concedere un probabile forfait in vista dell’impegno di mercoledì contro l’Inter e il tutto, aggiungendosi alle prolungate assenze di Gary Neville e Wesley Brown, forma un quadro piuttosto problematico per il manager dello United riguardo la linea di difesa.

Solo una chance nei 90’ per il Fulham, con salvataggio sulla linea di Nemanja Vidic su conclusione di Andrew Johnson, per il resto solo arrendevole consapevolezza della propria inferiorità sul piano tecnico e della personalità.

Successo convincente (0-2), con formazione pressoché titolare per il Chelsea alla Ricoh Arena contro il Coventry di Chris Coleman, grazie anche ad uno svarione difensivo della coppia Scott Dann-Ben Turner, che permette a Didier Drogba di siglare il terzo gol nelle ultime 5 partite disputate, in assenza del suo partner di attacco Nicolas Anelka. Nella ripresa, in contropiede, il raddoppio del centrale brasiliano Alex, su servizio dalla destra del neo-entrato Ricardo Quaresma, dopo qualche discreta occasione costruita da Frank Lampard e mal finalizzata dagli avanti Blues: Guus Hiddink può sorridere anche per il rientro di Michael Essien, dopo sei mesi di stop per la rottura dei legamenti del ginocchio, pronto a riprendersi il posto al centro del campo in luogo del troppo discontinuo John Obi-Mikel.

Vittoria in rimonta a Goodison Park (2-1) per l’Everton di David Moyes, che affronterà il Man Utd in una semifinale raggiunta per la prima volta dal 1995, sul Middlesbrough grazie ai gol francofoni di Marouane Fellaini e di Louis Saha in risposta alla zuccata di David Wheater nel primo tempo. Buon Boro nella prima frazione, con una favorevole chance sprecata da Jérémie Aliardière, che contrasta con le barricate erette da Gareth Southgate nella ripresa, senza esito, poiché già al 56’ i Toffees si portano in vantaggio e congelano la partita, sfiorando la terza rete ancora con Louis Saha. A nulla serve il forcing finale dei rossi, peggior attacco di tutte le leghe pro inglesi, che sfiorano il pareggio con Sanli Tuncay e la punizione di Gary O’Neil.

L’Arsenal, invece, doveva recuperare la sfida del quinto turno contro il Burnley, già esecutori dei Gunners in Coppa di Lega, e non trova difficoltà nel superare la squadra di Championship con un secco 3-0, grazie ai gol di pregevole fattura del giovane messicano Carlos Vela, classe ’89, con un lob a scavalcare il portiere in uscita, un bellissimo esterno al volo del croato-brasiliano Eduardo, al secondo rientro dopo il grave infortunio rimediato la scorsa stagione, ed Emmanuel Eboue, su assist di tacco di Alexandre Song.

Coraggiosa, comunque, la prova degli uomini di Owen Coyle, in buona forma e in piena zona play-off in Championship: buone notizie quindi per Arsène Wenger, grazie anche al rientro di Theo Walcott 4 mesi dopo il grave infortunio alla spalla, che se la vedrà con l’Hull City nei prossimi quarti di finale.

I Tigers di Phil Brown si qualificano quindi superando, non senza difficoltà, per 2-1 lo Sheffield United nel replay del Quinto Turno, grazie alla rete decisiva dell’ungherese Péter Halmosi, dopo che il bomber dei Blades Billy Sharp, 30 gol 2 anni fa a Scunthorpe, aveva annullato l’autorete del compagno Kyle Naughton, gol molto discusso dagli ospiti con palla che non sembra aver superato totalmente la linea della porta difesa da Patrick Kenny. Implacabili le proteste del manager dei bianco-rossi Kevin Blackwell, anche a causa di un clamoroso rigore negato allo stesso Billy Sharp in seguito ad un netto fallo del guineano Kamil Zayatte: qualificazione ai quarti raggiunta in modo alquanto rocambolesco, quindi, per l’Hull City, dopo un’attesa di 38 anni ed il declino raggiunto nel 1998 con la discesa negli inferi della Third Division.

 F.A. Cup- Calendario incontri

Quarti di finale- 17 marzo 2009:

Arsenal- Hull City

Semifinali 18 aprile 2009- Wembley:

Man Utd- Everton Chelsea- vincente Arsenal- Hull City Premier League-

Recupero del 27° turno

La rete di capitan Robbie Keane al minuto 89 culmina la rimonta degli Spurs (1-1), che devono inseguire un buon Sunderland, con 4 ex Tottenham in campo, già dal terzo minuto, dopo la pregevole rete di Kieran Richardson, e almeno un paio di ottime occasioni sprecate da Darren Bent in un secondo tempo dominato dagli uomini di Harry Redknapp, che non si schiodano, comunque, dalle posizioni di metà classifica. Numerose le occasioni costruite da entrambe le parti, con Djibril Cisse vicinissimo al raddoppio per i Black Cats e un rigore reclamato per un contatto in area a danno di Kenwyne Jones, mentre i londinesi possono recriminare per l’ennesima incertezza stagionale del portiere Heurelho Gomes (Carlo Cudicini ancora relegato in panchina) e per la cronica imprecisione sotto porta, caratteristica che ha inficiato la pessima stagione dei bianchi.

La Premier riprende mercoledì 11 marzo con Fulham-Blackburn e nel successivo weekend, in cui spiccano un infuocato Man Utd- Liverpool (sabato 14, ore 12.45 inglesi), con entrambe reduci dal turno di Champions, e Chelsea- Man City.

Classifica: Manchester United 65; Chelsea 58; Liverpool 58; Aston Villa 52; Arsenal 49; Everton 45; West Ham 39; Manchester City 35; Wigan 35; Fulham 34; Bolton 33; Sunderland 32; Tottenham 32; Hull 32; Stoke City 29; Portsmouth 28; Newcastle 28; Blackburn 27; Middlesbrough 26; West Bromwich 22.

© Riproduzione Riservata.