BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA/ Castagner: Inter, la Juve può ancora dire la sua. Genoa, difficile la Champions

ILARIO CASTAGNER commenta i fallimentari ottavi di Champions delle italiane e la Serie A che oggi riparte: l'Inter è favorita, la Juve può ancora dire la sua, Milan, Roma e Fiorentina si giocano il terzo e il quarto posto

Castagner_R375_18ott08.jpg (Foto)

Per Ilario Castagner, in passato allenatore e oggi commentatore televisivo, l’Inter continua ad essere la favorita per la vittoria finale. La Juve resta in corsa, ma i nerazzurri sono i più completi. Per il terzo posto figura in pole position il Milan, la Roma e la Fiorentina si sfidano per l’ultima posizione utile per l’accesso alla Champions. In questa intervista a ilsussidiario.net Castagner analizza anche l’eliminazione delle tre italiane e critica Mourinho per la posizione in campo di Ibra e Stankovic.

 

Il tracollo in Europa delle italiane ha messo in luce una differenza evidente tra le nostre formazioni e il calcio inglese. E’ d’accordo?

L’Inter in particolare non ha affrontato con la cattiveria necessaria il girone eliminatorio. Se avesse vinto il proprio raggruppamento avrebbe evitato il Manchester. Con il Manchester ha giocato la partita più bella della Champions. Alle altre mancava qualcosa per competere.

 

La Juve e l’Inter hanno messo molto impegno, ma sul piano del gioco non sono state all’altezza. E la Roma?

L’Inter ha sbagliato completamente la gara d’andata, la Roma sta facendo dei miracoli con una squadra ridotta all’osso. I giallorossi possono arrivare al gol solo con il gioco.

 

L’Inter ospita la Fiorentina, che cerca il riscatto e può puntare sul fatto che ha avuto una settimana di tempo per preparare la sfida. Gli uomini di Prandelli possono fermare la capolista?

Quella con la Fiorentina è una sfida delicata. L’Inter con in corpo le tossine della Champions affronterà una Fiorentina arrabbiata. Mancano quattro giornate allo scontro scudetto, ma prima della partita di Torino il calendario dell’Inter è in discesa: Reggina e Palermo in casa, l’Udinese fuori.

 

La Juve con la sua esperienza e con una sola gara alla settimana può ancora credere nello scudetto?

Se l’Inter dovesse perdere con la Fiorentina cambiano le valutazioni sullo scudetto. Per il momento l’Inter ha un cospicuo vantaggio ed è complessivamente più forte, dipende tutto da lei.

 

Lei ha visto più volte l’Inter in questa stagione. Mourinho non ha ancora lasciato la sua impronta. Ha modificato anche l’atteggiamento tattico pensato a inizio stagione...

Manca un trequartista che dia scioltezza alla squadra. Stankovic non ha certo le qualità del trequartista. Ibra svaria molto e c’è bisogno di un uomo d’area che faccia gol.

 

Il botta e risposta Trezeguet-Ranieri non fa certo bene all’ambiente bianconero...

Dopo gli sfoghi arrivano le spiegazioni. Deve essere pianificato l’interesse della squadra. Trezeguet ha sbagliato, certe cose doveva dirle nello spogliatoio. Comunque sono d’accordo con Ranieri: in quel momento era giusto inserire Amauri al posto di Trezeguet. La Juve ha già dimostrato di saper superare i momenti difficili. Le difficoltà fisiche e gli infortuni hanno frenato la squadra. Era comunque difficile fare meglio di quello che sta facendo.

 

Per quanto riguarda la corsa alla Champions, il Milan e la Roma sono avvantaggiati sulle altre?

Il Milan non dovrebbe avere problemi a centrare il terzo posto. Per il quarto posto la Fiorentina e la Roma partono alla pari, il Genoa ha qualcosa di meno. E’ importante vedere in che condizione si arriva. La Roma deve recuperare gli infortunati e la Fiorentina deve riprendersi dalle bastonate prese con il Palermo. Ai viola servirebbero i gol dei centrocampisti.

© Riproduzione Riservata.