BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MILAN/ Ronaldinho scalpita: «Mister, fammi giocare conto il Napoli!»

Il brasiliano del Milan si sente pronto per la sfida del San Paolo

RonaldinhoR375_15dic08.JPG (Foto)

Il numero 80 del Milan, Ronaldinho, ha un sogno nel cassetto, giocare nello stadio San Paolo: «Poter giocare domenica al San Paolo contro il Napoli, è uno dei pochi grandi stadi dove non sono mai stato – spiega al Corriere dello Sport - è stato lo stadio del mio grande idolo, Maradona. Era l’idolo di tutta la mia famiglia fin da quando ero bambino. La nostra casa era tappezzata dai suoi manifesti e dalle sue foto. Mio fratello Roberto era un suo grandissimo tifoso. Ero piccolo, ma mi ricordo molto bene di quella squadra dove giocava anche il grande Careca». Un Ronaldinho che si dice pronto per la grande sfida: «E’ da una settimana che mi sto allenando con l’intensità, la voglia, l’intenzione di giocare questa partita, quella contro il Napoli».

 

Il numero 80 fa quindi una breve disamina di questi primi mesi in Italia: «Non è stato facile adattarsi al Milan e al calcio italiano. Ma adesso penso di essere pronto – continua Dinho - in diverse occasioni mi sono accorto, palla al piede in campo, che cercavo di passarla ai miei compagni ma che tutti erano già andati in... porta, erano troppo avanti rispetto a me. In Spagna si gioca con numerosi passaggi, le azioni sono molto più elaborate. Qui in Italia dopo due-tre tocchi devi essere già avanti, il ritmo è più intenso, bisogna essere più veloci e incisivi». Infine Ronaldinho ritorna su questo ultimo periodo un po’ burrascoso, in cui spesso è stato relegato in panchina e che è iniziato con la gara dell’11gennaio scorso contro la Roma: «Dopo la sostituzione di Roma Ancelotti mi ha messo in panchina e ho capito che solo con il lavoro sarei potuto uscire da questa situazione. Lo stesso mister mi ha parlato chiaramente, è stato molto deciso e persuasivo. Ha e aveva ragione lui». Ma ora: «Io sto bene e mi sento pronto. Eccomi...».

© Riproduzione Riservata.